Home

Risparmio energetico: nuove disposizioni per le caldaie in Lombardia

La Giunta regionale della Lombardia ha approvato l’aggiornamento delle disposizioni per l’esercizio, il controllo, la manutenzione e l’ispezione degli impianti termici, per la corretta gestione degli impianti destinati alla climatizzazione invernale ed estiva degli edifici, che favorisce la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni inquinanti.

Le principali novità introdotte dalle nuove disposizioni regionali sono le seguenti: 

  • l’implementazione del catasto con l’obbligo dell’inserimento degli impianti a biomassa e climatizzazione estiva;
  • le comunicazioni che il Terzo Responsabile deve fare agli enti preposti al controllo (incarico, revoca) devono essere effettuate entro e non oltre i 10 giorni lavorativi;
  • nel caso di impianti termici con potenza nominale al focolare sup. ai 350 kw, ferma restando la normativa vigente in materia di appalti pubblici, il Terzo Responsabile deve essere in possesso di certificazione UNI–EN ISO 9001 relativa all’attività di gestione e manutenzione impianti termici o in alternativa l’attestazione Soa rilasciata ai sensi del Dpr 207 del 5-10.2010 nelle categorie Og 11 impianti tecnologici oppure Os 28;
  • dal 1 agosto 2014 tutti gli enti locali attiveranno la funzione del portafoglio digitale come già avviene da due anni a Bergamo, di conseguenza resterà l’obbligo del versamento per il bollino ma lo stesso non sarà più da apporre sulla documentazione;
  • dal 1 agosto 2014 in fase di installazione o manutenzione del impianto bisognerà apporre la targa dell’impianto (con successivi provvedimenti verranno indicate le modalità di generazione e distribuzione delle targhe);
  • le frequenze delle operazioni di manutenzione controllo e verifica rimango invariate rispetto ai precedenti Dgr;
  • verranno sostituiti durante l’anno i libretti di impianto e centrale e i rapporti di controllo tecnico.

Seguiranno approfondimenti e chiarimenti.

Burl_30_12_2013_pag._26-51 (PDF)

 

TORNA SU