Cerca:
Home Aree di confine: proposta di legge contro il “dumping” salariale. Noi siamo pronti

Aree di confine: proposta di legge contro il “dumping” salariale. Noi siamo pronti

svizzera-lombardia_newIntrodurre un regime fiscale incentivante per i lavoratori che risiedono in Italia e sono occupati in aziende con sede legale nei territori di confine per far fronte al “dumping salariale” esercitato dalle imprese del Canton Ticino e frenare il rischio di desertificazione economica nelle aree del Luinese e della Valcuvia.

È chiaro l’obiettivo della proposta di legge “Aree di Confine” messa a punto da Confartigianato Imprese Varese per affrontare le forti criticità affrontate quotidianamente dalle aziende attive in un comparto già penalizzato dal punto di vista infrastrutturale e dell’offerta formativa specificamente mirata al settore manifatturiero.

L’intervento rientra nel progetto “ImpresAperta” e segue un’audizione sul tema in Commissione Attività Produttive del Consiglio Regionale della Lombardia e due Tavole Rotonde promosse da Confartigianato con una quindicina di aziende della zona.

La proposta di legge – e una bozza di progetto formativo studiato a misura delle esigenze delle aziende locali – verrà presentata ai rappresentanti della provincia di Varese nelle istituzioni venerdì 13 ottobre a Gallarate, nel corso di un appuntamento al quale saranno presenti il presidente Davide Galli

Alla presentazione saranno presenti Davide Galli, presidente di Confartigianato Imprese Varese, Mauro Colombo, direttore generale di Confartigianato Imprese Varese, i responsabili di AreaLavoro, amministrazione del personale-legale e formazione dell’associazione oltre ad alcuni imprenditori del Luinese e agli eletti nel consiglio provinciale di Confartigianato Varese.

All’incontro – riservato – seguirà una presentazione pubblica.

TORNA SU