Cerca:
Home Germania, capitale dell’export per le Pmi: due modi per agganciare il business

Germania, capitale dell’export per le Pmi: due modi per agganciare il business

p460x276_1478705573germania-esportazioni-importazioniDici export, scrivi Germania. E non solo per le affinità storiche che, da sempre, rendono Berlino il primo mercato di riferimento per i prodotti made in Varese. L’Export Opportunity Index di Sace rileva, infatti, che le potenzialità tedesche in prospettiva di internazionalizzazione sono destinate ad aumentare del 3,6% entro il 2020. E, già nel primo trimestre 2017, la produzione locale con destinazione Germania è aumentata del 3,9% rispetto allo stesso periodo del 2016.

Prima economia dell’eurozona, Pil in crescita dello 0,8% nel confronto tra secondo semestre 2017 e analoghe mensilità del 2016, la Germania è un colosso delle opportunità al quale è dedicato il seminario “Fare affari in Germania” in programma dalle 9 alle 13 di mercoledì 13 dicembre nella sede gallaratese di Confartigianato Imprese Varese (viale Milano 69 – ampio parcheggio gratuito a disposizione dei partecipanti).

Il seminario, promosso in collaborazione con la Camera di Commercio Italo-Tedesca di Monaco e Stoccarda, prevede una prima parte teorica e, a seguire, incontri personalizzati con gli esperti della Camera di Commercio Italo-tedesca e di Confartigianato Imprese Varese.

«La Germania – spiega Matteo Campari, servizio Internazionalizzazione/AreaBusiness – può contare su un mercato maturo e in crescita, su un tasso di occupazione espansivo, su consumi privati e investimenti pubblici in forte ripresa dopo il leggero rallentamento del biennio 2015/2016».

E le importazioni sono lo specchio di un benessere consolidato: «Nel periodo gennaio-giugno 2017, l’aumento è stato del 9,2%, con un volume d’acquisti parti a 516 miliardi di euro».

Cifre da capogiro che rendono gli investimenti in Germania un investimento strategico, soprattutto per i settori della chimica, dell’acciaio e del ferro, dei mezzi di trasporto e dell’abbigliamento. Bene anche piastrelle in ceramica, macchine per conceria, tessuti di seta, vini, macchine a getto di vapore, pelle e cuoio, macchine per segare le pietre, stoffe a maglia, tessuti in fibre vegetali, macchine per panetteria e pasticceria.

Nel corso del seminario, al quale parteciperà Isabella Pignagnoli-Hoffmann (projektmanager-servizi assistenza alle imprese della Camera di Commercio Italo Tedesca), si farà il punto sul mercato tedesco e sui plus su cui far valere il made in Varese, oltre che sulle modalità di interlocuzione con le imprese tedesche.

Meccanica, automotive, subfornitura, tessile, moda, food e arredamento sono i settori chiamati principalmente a raccolta per intercettare il trend di Berlino.

E, sempre a proposito di Germania, un’occasione per toccare con mano la locomotiva d’Europa è offerta dalla visita a Intergastra, la fiera internazionale dedicata al mondo dell’ospitalità, promossa da Confartigianato Varese sempre in collaborazione con l’Italienische Handelskammer München-Stuttgart, in programma il 5 febbraio 2018.

Per motivi organizzativi, e in considerazione del fatto che Intergastra è uno dei principali appuntamenti in Europa dedicati al canale Ho.Re.Ca., le imprese associate a Confartigianato dovranno far pervenire la propria adesione entro il 20 novembre.

Intergastra, d’altronde, rappresenta una chance da non lasciarsi scappare. Il nuovo padiglione 10 ha, infatti ampliato la propria superficie espositiva a 110mila metri quadrati, consentendo la suddivisione in sette aree tematiche: arredamento e allestimento hotel, attrezzature per grandi cucine, food, caffè, servizi, bevande e “Gelatissimo”. Anche per questo i 1.300 espositori e i 96mila operatori registrati nel 2016 sono destinati a diventare un record più che battibile.

Nel corso della trasferta le imprese potranno prendere contatto diretto con i potenziali clienti. La quota d’adesione, pari a 200 euro a persona, comprende:

– Volo andata ritorno Malpensa – Stoccarda
– Biglietto d’ingresso alla fiera
– Visita guidata in fiera
– Buoni omaggio per accedere alla zona bar dell’associazione Dehoga (associazione di categoria di gastronomi e albergatori), pranzo nella Vip Lounge.

Per informazioni, iscrizioni a entrambi gli eventi contattare
Matteo Campari
Servizio Internazionalizzazione/AreaBusiness
Confartigianato Imprese Varese
matteo.campari@asarva.org
T. 0332/256290

TORNA SU