Cerca:
Home L’export traina la moda delle Pmi: un seminario per portare Varese all’estero

L’export traina la moda delle Pmi: un seminario per portare Varese all’estero

ae0fa72d947facfe1b06ca8717e79df0

Mettere nelle mani delle piccole imprese del settore moda le competenze per favorire i contatti con i mercati esteri e per utilizzare gli strumenti necessari a incrementare la quota export del proprio business: è questa la finalità del workshop tecnico che Confartigianato Imprese Varese, in collaborazione con Italian Trade Agency, ha organizzato per le aziende associate attive nel settore moda.

L’appuntamento con “L’internazionalizzazione delle imprese del settore moda” è per lunedì 27 novembre, dalle 9, nella sede di Confartigianato Imprese a Gallarate (viale Milano, 69).

grafico_export_modaLo dicono i numeri: il made in Varese del settore moda funziona e macina numeri positivi, sia assoluti che di tendenza. Due cifre su tutte: i prodotti tessili, dell’abbigliamento e gli accessori prodotti sul territorio e volati all’estero nel periodo compreso tra il gennaio e il giugno 2017 hanno portato 465milioni di euro alle imprese locali, sfiorando il 10% del totale complessivo dei prodotti esportati nei primi sei mesi dell’anno.

Una performance tendenzialmente positiva, seppure di un non eclatante 0.79%. Ma l’analisi della Camera di Commercio di Varese (fonte OsserVa) rileva un trend in crescita, trainato dalla remissione della crisi e dalla congiuntura attualmente favorevole del settore moda (lusso e prêt-à-porter).

Dalla “conquista dei mercati internazionali” al “processo di internazionalizzazione” passando per la “strategia di prodotto”, per arrivare al “piano economico” e alla “strategia di pricing”. Sono quattro i moduli, ciascuno dei quali prevede approfondimenti tecnico-pratici, sui quali si concentrerà Rita Palumbo, affiancata da Matteo Campari, referente internazionalizzazione/AreaBusiness di Confartigianato Imprese Varese.

Il workshop è finalizzato a favorire (o estendere) i contatti delle Pmi (anche non associate) con i mercati esteri e di preparare gli imprenditori a rendere solidi tali contatti attraverso la trasmissione degli strumenti necessari a incrementare la quota di export nel settore moda. Le tematiche trattate forniranno contributi utili anche agli imprenditori dei settori agroalimentare e arredo/complemento, anche grazie alle competenze di Rita Palumbo, amministratore di Wip Consulting Srl, agenzia di consulenza per lo sviluppo delle imprese in Italia e all’estero (www.wipconsulting.it), giornalista e docente di Strategie della comunicazione e del marketing della Business School “Il Sole 24Ore”, della Scuola Superiore del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle Professioni, di Euridit (European lnstitute for Development & ln-service Training) e Asam (Associazione per gli Studi Aziendali e Manageriali).

Il workshop  è l’ennesimo tassello nel mosaico di workshop formativi già in corso, la cui conclusione naturale sarà l’incoming di una selezionata delegazione di buyer stranieri in programma nel maggio 2018.La partecipazione al seminario è gratuita. Compilare il modulo qui sotto per registrarsi. 

Per informazioni
Matteo Campari
Servizio Internazionalizzazione/AreaBusiness Confartigianato Imprese Varese
Tel. 0332/256290 – matteo.campari@asarva.org  

L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE DEL SETTORE MODA
Gallarate 27 novembre 2017 – ore 9.00
PROGRAMMA

LA CONQUISTA DEI MERCATI INTERNAZIONALI
Il processo di internazionalizzazione delle imprese Made in Italy
La mappa della moda italiana nel mondo
Il cliente globale
La moda come sistema significante
Oltre il prodotto: il valore del brand

IL PROCESSO DI INTERNALIZZAZIONE
L’intermediazione culturale
Conoscere la cultura del Paese target per proporre prodotti adeguati alla disponibilità di acquisto dei consumatori
Le schede Paese (Russia; Emirati Arabi; Inghilterra; Paesi Scandinavi

LA STRATEGIA DI PRODOTTO
Italian Style: La valorizzazione dell’effetto Made in Italy
Gli elementi distintivi che producono business
Identità di prodotto: creatività, manifattura, qualità, stile e tendenze

PIANO ECONOMICO E STRATEGIA DI PRICING
Approccio e metodologia di ingresso
Definizione del budget per Paese
Canali distribuitivi e modelli di partnership
Il piano di marketing
Analisi
Posizionamento
Competitività
Il piano di comunicazione
Brand identity: riconoscibilità, reputazione
Motivazioni di acquisto
Gli strumenti: comunicazione digitale/e-commerce; il sito; la costruzione della digital unit; le vendite online; i social network
L’identità e la reputazione digitale

Workshop "L’internazionalizzazione delle imprese del settore moda"

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

I dati sono trattati nel rispetto della PrivacyCliccando Invio confermi il consenso all'utilizzo.


TORNA SU