Cerca:
Home L’Impresa è Sicura con le risorse di Regione Lombardia

L’Impresa è Sicura con le risorse di Regione Lombardia

Furti, rapine e truffe sono le prime voci che negli ultimi anni – a partire dall’impennata della crisi economica – anche un piccolo imprenditore tiene d’occhio. La preoccupazione c’è, inutile far finta di nulla. Portafoglio clienti, elenco fornitori, strategia commerciale, know-how, dati sensibili, informazioni riservate: le imprese sono un vero “tesoro” non solo per l’economia ma anche per chi si intrufola nelle aziende con strumenti sempre più raffinati. Non si pensi però solo ai cyber-ladri; i mezzi tradizionali funzionano ancora ed è a questi che bisogna porre particolare attenzione.

Impresa Sicura” di Regione Lombardia, che prenderà il via martedì 14 novembre, viene riproposta anche per il 2018. La misura punta a sostenere le micro e piccole imprese nella realizzazione di investimenti innovativi per la sicurezza, la prevenzione di furti, rapine e atti vandalici e la riduzione del flusso di denaro contante. Le risorse disponibili, a vantaggio degli imprenditori e delle attività commerciali, ammontano a 1.520.000 euro.

I BENEFICIARI
Possono presentare la domanda le imprese che:

  • sono iscritte al Registro delle Imprese delle Camere di Commercio della Lombardia
  • sono in regola con il pagamento del diritto camerale annuale
  • non si trovano in stato di fallimento, liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo

I SETTORI
I codici Ateco di riferimento per le attività produttive sono numerosi. Si va dalla produzione di pane alle paste alimentari, dalla fabbricazione di prodotti in pelle agli orologi, dagli strumenti ottici alle serrature, dalla bigiotteria agli articoli sportivi. Ancora più nutrito il numero delle attività sotto la voce “commercio”

SPESE AMMISSIBILI
Si agevolano le aziende nell’acquisto di sistemi di video-allarme antirapina, sistemi di video sorveglianza a circuito chiuso, sistemi antintrusione anche con allarme acustico, dispositivi antirapina consentiti dalle normative vigenti come nebbiogeni, tappeti sensibili, pulsanti antipanico, pulsanti e pedane antirapine. Nella misura rientrano anche gli investimenti per blindature, casseforti, sistemi antitaccheggio, serrande e saracinesche, vetri, vetrine e porte antisfondamento e/o antiproiettile. E altro ancora.

SPESE NON AMMISSIBILI
Si va da quelle in auto-fatturazione / lavori in economia a quelle relative a atti notarili, registrazioni, imposte e tasse, gestione ordinaria dell’attività di impresa, sostenute a valere su contratti di locazione finanziaria (leasing), contratti di manutenzione, per adeguamento / manutenzione di preesistenti impianti o sistemi.

IMPORTO DELL’INVESTIMENTO
Sono ammissibili investimenti con importo complessivo di spese non inferiore ai mille euro. Le spese dovranno essere fatturate a partire dalla presentazione della domanda di contributo entro e non oltre il 28 settembre 2018.

AGEVOLAZIONE
In regime “de minimis”, consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle sole spese considerate ammissibili al netto di IVA, nel limite massimo di 5.000 euro. Il contributo è erogato a saldo a fronte della rendicontazione delle spese.

PRESENTAZIONE DOMANDE
Le domande di contributo devono essere presentate a partire dalle ore 9 del 14 novembre 2017 fino alle ore 16 del 21 dicembre 2017.

PER APPROFONDIMENTI
Clicca qui: Scheda Impresa Sicura

PER INFORMAZIONI
Sede di Varese –  Paola Campiglio, paola.campiglio@asarva.org, tel. 0332-256723
Sede di Saronno – Roberto Turano, roberto.turano@asarva.org, tel. 0332-256423
Sede di Gallarate – Laura Turconi, laura.turconi@asarva.org, tel. 0332-256601
Sede di Busto Arsizio – Elena Saltini, elena.saltini@asarva.org, tel. 0332-256520
Sede di Tradate – Laura Pescarino, laura.pescarino@asarva.org, tel. 0332-256452
Sede di Luino – Sonia Curtarelli, sonia.curtarelli@asarva.org, tel. 0332-256550

TORNA SU