Cerca:
Home Fibra ottica, l’alta velocità dei dati cambia marcia: tutte le novità a misura d’impiantisti

Fibra ottica, l’alta velocità dei dati cambia marcia: tutte le novità a misura d’impiantisti

607x303-everbrite_30-01-2018
Più veloci in casa e in azienda. E non solo per obbligo di legge. Certo, è noto a tutti gli operatori del settore che l’articolo 135-bis del Testo Unico dell’Edilizia, introdotto dalla legge 164/2014 di conversione del decreto “Sblocca Italia”, impone la predisposizione per la connessione ad alta velocità in fibra ottica a banda larga in ogni nuova costruzione o negli edifici sottoposti a ristrutturazione profonda.

Ma è lo stesso mercato, oggi, a spingere finalmente sull’acceleratore delle connessioni ad alta velocità, in chiave di implementazione dell’offerta di servizi e nel quadro della “Strategia Italiana per la banda ultralarga”, ovvero del piano varato nel 2015 dal Governo per portare entro il 2020 a quota 85 la percentuale di popolazione servita da infrastrutture in grado di veicolare dati a valocità pari e superiore a 100Mbps.

I NUMERI DELL’AGCOM
Semplificazione del quadro normativo, incentivi fiscali e riduzione dei costi di installazione hanno fatto il resto. Dunque: banda ultralarga avanti tutta. E fibra ottica in grande recupero rispetto ai ritardi accumulati sin qui. A confermarlo è la mappa del broadband pubblicata a fine 2017 dall’Agcom, secondo la quale oggi in Italia il 25% della popolazione ha un collegamento a più di 1000Mbit/s, un risultato di gran lunga più lusinghiero di quello relativo al 2014 quando l’Italia, nella classifica Europea, si ritrovò dietro alla Grecia.

E se domanda – e offerta – registrano trend in crescita, di una cosa si può star certi: la fibra ottica è destinata a diventare uno dei pilastri dell’attività degli impiantisti. L’importante, come si dice, è farsi trovare preparati, iniziando dalle fondamenta.

E l’occasione è il seminario tecnico gratuito “Reti Lan e fibra ottica: le novità 2018” in programma martedì 30 gennaio dalle 17 alle 20 nelle sale convegni della sede di Confartigianato Imprese a Gallarate (viale Milano, 69 – ampio parcheggio gratuito). L’incontro – promosso da VersioneBeta/AreaLavoro in collaborazione con Bticino – si propone di approfondire, anche con dimostrazioni pratiche, temi al centro dell’attualità di settore: lan e fibra ottica (standard internazionale, analisi caratteristiche della fibra ottica, distribuzione rame e fibra, criteri di realizzazione e applicazione pratica); legge n.164 e Ftth (obbligo di realizzazione di una infrastruttura ottica digitale nel residenziale, soluzioni operative).

«I distributori stanno accelerando con il cablaggio in fibra ottica delle città e lo stanno facendo con l’obiettivo di aumentare l’offerta di servizi sia per le imprese che per i privati – spiega Davide Macchi, referente della categoria degli impiantisti di Confartigianato Imprese Varese – Gli obblighi della legge 164/2014 e l’implementazione delle applicazioni legate alla fibra ottica devono portare tutto il settore ad approfondire la tematica».

IN FUTURO CORSI AD HOC
Anche per approfondire potenzialità, problematiche e attrezzature necessarie. «Un primo passo – confermano da VersioneBeta – Valuteremo poi la possibilità di estendere l’offerta formativa, per rispondere a richieste specifiche degli operatori». Perché se la fibra ottica è, in un certo senso, l’industria 4.0 dell’impiantista (antennisti inclusi), come per Industria 4.0 prima di ogni investimento – e quelli legati alla fibra ottica non sono sempre a buon mercato – è bene avere in testa tutte le informazioni necessarie per farlo rendere al meglio. E che dire delle imprese? Anche agli imprenditori potrebbe far comodo conoscere quali sviluppi potrebbe portare in chiave produttiva l’estensione della fibra ottica.

Seminario tecnico gratuito "Reti Lan e fibra ottica: le novità 2018"

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

I dati sono trattati nel rispetto della PrivacyCliccando Invio confermi il consenso all'utilizzo.


TORNA SU