Cerca:
Home L’ottimismo è il sale dell’azienda. Parola di neo-imprenditore

L’ottimismo è il sale dell’azienda. Parola di neo-imprenditore

prato-a-rotoli-01Lorenzo Contino è un giovane imprenditore che ha cambiato la Legge di Murphy in un messaggio positivo. Dice: «Se qualcosa può andare male, andrà bene». Per mettersi in proprio ci vuole un certo carattere. Lorenzo lo sa: «Non mi faccio mai spaventare dalle prime difficoltà. Mi applico, mi impegno in tutto quello che è nuovo, ho voglia di fare. Insomma, sono ottimista». Bisogna esserlo, anche se «ad un anno dall’apertura dell’azienda – prosegue Contino – mi chiedo tutti i giorni se ce la farò e come andrà a finire. Chi lavora in proprio deve sempre credere in sé stesso perché non ha un contratto a tempo indeterminato».

IMPRENDITORE AD OCCHI CHIUSI MA CON PROFESSIONALITA’
Lorenzo, questo desiderio di autoimprenditorialità non lo ha mai mollato. Anzi, proprio grazie al padre – imprenditore nel campo delle costruzioni – l’ha coltivato prima in edilizia (dando una mano al genitore) e poi nel settore che più lo interessava, quello del giardinaggio. La prima mossa di chi vuole aprire un’azienda è questa: scegliersi la fetta di mercato più adatta. Lorenzo, che già aveva toccato con mano la crisi edile e che fin da ragazzo si era appassionato alla cura del verde, non ha dubbi. Così nel 2017, dopo due anni di esperienza da un giardiniere nella zona di Origgio, si mette in proprio «ad occhi chiusi, senza risorse ma con un supporto morale da parte di tutta la famiglia». Seguendo un consiglio che tutti gli imprenditori maturi danno ai giovani: «Prima di camminare da soli, fatevi una professionalità».

Lorenzo racconterà la sua esperienza, insieme a Salvatore Cerra e a Marta Tamborini, in occasione del seminario pubblico gratuito in programma giovedì 15 marzo dalle 18.30 alle 20.30 nella sala consiliare del comune di Bisuschio. Nel corso dell’incontro, promosso da Confartigianato Imprese Varese nell’ambito del progetto “Giovani di Valore”, gli esperti Pietro Resteghini, Micaela Cattaneo, Dorina Zanetti e Paola Campiglio aiuteranno i futuri imprenditori a interpretare al meglio tutte le azioni necessarie a Mettersi in Proprio.

MAPPARE LA CONCORRENZA
Quello che invece Lorenzo non ha fatto, è mappare la concorrenza sul suo territorio. L’occhio è allenato, e nella sua breve esperienza da dipendente si è reso conto di quello che possono offrire i suoi futuri concorrenti. La soluzione a quello che potrebbe essere un problema è di «distinguersi con preparazione ed entusiasmo, perché spetta a noi stessi fare le cose nel modo più giusto. Il mercato detta le regole, ma è l’imprenditore che deve capire come ottenere il meglio da sé stesso. Essere giovani è un vantaggio», sottolinea Contino. Il vantaggio di lasciarsi incuriosire dalle nuove tecnologie e dalle nuove macchine «sulle quali è importante investire. Se vuoi essere un imprenditore al passo con i tempi, devi acquistare il meglio che c’è sul mercato. Perché una macchina all’avanguardia (uso solo quelle elettriche) permette di dare al cliente un servizio più accurato, rispetta il vicinato e aiuta l’imprenditore a volersi anche un po’ di bene e fare meno fatica».

foto-lori-2DARE FIDUCIA AL CLIENTE
Perché ogni giorno si affrontano clienti completamente diversi fra loro e così un imprenditore deve anche conoscere sé stesso per convincere gli altri. Continua Lorenzo: «La prima mossa per conquistare un cliente, al 60%, è di andare sempre da lui. Devi dargli fiducia, spiegargli i lavori, essere puntuale e di bella presenza. Devi capire con chi stai parlando perché i clienti, oggi, vogliono essere seguiti e consigliati. Poi c’è chi, per esempio, ti chiede un giardino stile Hollywood ma non se lo può permettere. E’ in quel momento che la qualità del lavoro, legata alla tua professionalità, diventa fondamentale. Però, mai adeguarsi alla politica dei prezzi: non credo nel “vince chi è meno caro”».

PASSAPAROLA, SITO E SOCIAL
Non pensate, poi, che Lorenzo – non ancora alla soglia dei trent’anni – siaiper connesso. «I clienti arrivano ancora con il passaparola – ci dice. Però lo devo ammettere: la prima cosa che ho fatto quando ho fondato l’azienda è stata quella di aprire il sito www.igiardinidautore.it. Mi sono fatto un po’ di conoscenze, ma per comunicare in tempo reale con i clienti utilizzo i social. Soprattutto per postare le foto di lavori già eseguiti. Poi ho fatto parte anche di quei portali dove il cliente trova tanti piccoli imprenditori in diversi campi, e chiede un preventivo. Però il mio futuro è segnato da un aumento della qualità».

I clienti non mancano, non solo in provincia di Varese ma anche a Como e Milano, perché Lorenzo offre servizi di manutenzione, realizzazione e progettazione di giardini e terrazzi; fa dell’aggiornamento professionale uno dei suoi punti di forza, utilizza solo materiali di prima qualità, segue i clienti con un programma di manutenzione per garantirgli un risultato duraturo nel tempo e cerca sempre idee nuove. Conclude: «Ho avuto coraggio perché ho aperto un’azienda in un momento in cui altre chiudevano. E da quando sono imprenditore, il mio obiettivo è quello di continuare ad esserlo».

607x303-everbrite_mettersi-in-proprio_bisuschio

TORNA SU