Cerca:
Home Dalla moda-mare ai tavoli-bobina: il design è riciclone

Dalla moda-mare ai tavoli-bobina: il design è riciclone

bottiglia_plastica_mare«Contaminazioni circolari»: si titola così l’allestimento che verrà inaugurato questa sera, lunedì 16 aprile, alle ore 19 nell’ambito degli eventi del Fuorisalone 2018 legati al Salone del Mobile di Milano. Con due parole che sono la perfetta sintesi di un mondo creativo dove design (il designer Giorgio Caporaso con i brand Lessmore e Parasacchi Home), moda (il brand spagnolo Ecoalf) e food (il sapore di Romagna di Piadart) si prendono per mano: contaminazione e circolare. La prima: in un mondo senza confini i concetti di conoscenza e assimilazione sono alla base del cambiamento. E cambiare vuol dire maturare un’idea diversa di quello che è il prodotto, la sua produzione e la sua funzione. La seconda: circolare perché nulla si butta e tutto si rigenera. Un’idea alternativa di creare e consumare beni e servizi che passa dall’uso di materiali riciclati e prodotti ecosostenibili. Non mancheranno gli approfondimenti con un dibattito condotto, la sera stessa, dalla giornalista Nicoletta Polla-Mattiot.

LESSMORE ARREDA LO STREET FOOD DI MILANO
Dell’economica circolare, Giorgio Caporaso – che pochi giorni fa ha ricevuto il premio internazionale “Top Design Of The Year” di GrandesignEtico – è un rappresentante di spicco. Art director e Chief designer di Faberlab Design (il laboratorio digitale di Tradate dove le piccole e medie imprese possono progettare e realizzare nuovi prodotti, o pensare ad un restyling di quelli vecchi), il professionista varesino ha ideato, per la settimana del design meneghino, un allestimento speciale per un nuovo locale dello street food con la linea Ecodesign Collection di Lessmore (www.lessmore.it). Complementi d’arredo ispirati al design modulare, componibile e per elementi. I materiali utilizzati (cartone, legno, metracrilato) sono spesso già riciclati o riciclabili. Inoltre la maggior parte degli elementi sono combinati tra loro ad incastro, oppure avvitati o incollati per mono-materiale, proprio per essere successivamente disassemblati, smaltiti in maniera differenziata e riciclati.

PARASACCHI HOME: LA RIVOLUZIONE LA FA LA BOBINA
L’allestimento sarà fatto anche di bobine industriali colorate di Parasacchi Home (www..parasacchihome.it), nuovo marchio di complementi d’arredo che farà il suo debutto proprio in questa occasione. Prodotti di design originali e unici, per ogni occasione, raccontati dalla titolare Luisa Parasacchi. Nascono dalla trasformazione di un prodotto industriale, le bobine in plastica per avvolgere fili di rame, cavi elettrici e fili di ogni genere e diventano colorati sgabelli, sedie, tavolini personalizzabili e di design. Grazie alla ricerca di materiali plastici green, 100% riciclati, recuperati da plastica post-consumo e da plastica con farina di legno di recupero, Parasacchi Home lancia sul mercato la sua linea eco-sostenibile.

IL MARE E’ DI MODA
Si titola “Upcycling the Oceans” il progetto del brand spagnolo Ecoalf. Capi di abbigliamento, con elevati livelli di qualità e confort, ricavati dalla plastica ma anche da vecchi pneumatici, cotone e caffè, raccolti dal mare gratuitamente da 600 pescherecci. Con 70 bottiglie di pet, o 235 grammi di rete da pesca, si ricava un metro di filato. Una filiera 100% sostenibile che ad oggi ha eliminato dal Mediterraneo 65 tonnellate di spazzatura. Tutti i rifiuti recuperati vengono poi trasferiti in centri specializzati dove, con tecnologie avanzate, vengono ridotti in palline e microgranuli che, a loro volta, dopo alcune operazioni di tessitura, si trasformano in filati. Lo racconterà Elena Muserra De Luca, responsabile comunicazione Italia di Ecoalf.

LA PIADA-GOURMET PORTA LA ROMAGNA NEL PIATTO
Artigianale, prodotta e cotta al momento secondo ricetta originale della Romagna. E farcita solo con prodotti Dop (Denominazione origine protetta) scelti tra le eccellenze del territorio. Ecco la “piada” gourmet eco-friendly (ne parlerà l’imprenditore Raffaele Tarozzi) che si accompagna alle bevande Levico (www.levicoacque.it). Da un lato l’acqua – incontaminata perché imbottigliata in vetro direttamente alla fonte con processi attenti alla sostenibilità ambientale – e dall’altro le biologiche BibiBio Levico. Le Colonne di San Lorenzo, dove c’è Piadart (via Pioppette 3), è location dall’allestimento green che resterà aperto al pubblico per tutta la settimana del Fuorisalone, dal 17 al 22 aprile dalle 11 alle 23.

TORNA SU