Cerca:
Home Fissaggio del carico: partiti i controlli dei veicoli su strada

Fissaggio del carico: partiti i controlli dei veicoli su strada

fissaggio-carico-1-1Dal 20 maggio gli organi di polizia preposti ai controlli stradali possono verificare il corretto fissaggio del carico sui camion, per accertarsi che non si sposti durante la marcia. Lo ha previsto il Decreto Ministero Infrastrutture e Trasporti 19 maggio 2017 n. 215.

Il decreto, pubblicato nella G.U. n. 139 17/06/2017, recepisce la Direttiva 2014/47/UE relativa ai controlli tecnici su strada dei veicoli commerciali circolanti nell’Unione Europea e impone una serie di controlli che riguardano non solo i dispositivi di sicurezza – freni, pneumatici, ecc. – ma anche il fissaggio del carico (già obbligatorio per il trasporto stradale in regime ADR secondo la norma tecnica UNI EN 12195-1).

L’allegato III del decreto stabilisce i principi in materia di fissaggio del carico per evitare che questo subisca anche minimi cambiamenti di posizione e possa provocare incidenti del veicolo.

Sono previste tre tipologie di carenze: lieve, grave e pericolosa.

  • Lieve: si verifica quando il carico è stato fissato correttamente ma potrebbero essere necessari ulteriori consigli di prudenza;
  • Grave: si verifica per non aver fissato correttamente il carico ed esiste un rischio di movimenti significativi o addirittura di ribaltamento del carico stesso o parti di esso;
  • Pericolosa: può diventare una minaccia per la sicurezza stradale per aver comportato il rischio di caduta del carico o di parti di esso o un pericolo derivante direttamente dal carico o da un pericolo immediato per le persone.

In caso di carenza grave o pericolosa le autorità di controllo potrebbero anche decidere di fermare il veicolo fino a quando non viene rimossa l’anomalia e le sanzioni applicabili vanno euro 85 a euro 338 euro.

TORNA SU