Cerca:
Home Storie di imprese 

Storie di imprese

testata_INTERVISTE_649x142

Dieci anni di storie di imprese: un viaggio lungo, ininterrotto, affascinante tra quelle aziende che hanno resistito con tenacia alla crisi, che si sono ingegnate, che hanno saputo guardare oltre dando peso a quello che gli economisti, scrivendo della piccola impresa, definiscono “modello intelligente” di imprenditoria. Un viaggio tra capannoni, officine e laboratori che aiuta a capire quanto è cambiato il mondo e quanto la nostra provincia può ancora dare in termini di ricchezza e piccole, grandi meraviglie.

Le ultime news

La Nuova Tecnostampa festeggia trent’anni e porta dipendenti e famiglie a Tenerife

Sentir parlare Andrea Meloni di 47 anni e la moglie Erika Mascheroni (che di anni ne ha 45) è come entrare in una grande avventura imprenditoriale e familiare. Sono partiti da un piccolo capannone e ora stanno per trasferirsi in uno da 3.500 metri quadrati. La loro filosofia è: crederci sempre. E puntare su bravi collaboratori

Dieci chili di carta e due settimane di lavoro: alle Pmi la burocrazia “pesa”

Il tempo che passa dalla vincita di un bando alla realizzazione dell’opera si conta, a volte, in anni. E il monitoraggio continuo delle piattaforme regionali dove vengono pubblicati i bandi: alla Mms c’è una risorsa che si dedica tutti i giorni solo a questo. Infine tanta e tanta pazienza. Ne parliamo con il titolare, Danilo Torri

Easy Dur, la Pmi che ha conquistato il mondo… pesandolo

Renato Affri, titolare della Easy Dur di Arcisate, è orgoglioso della sua azienda, che avrà pure concorrenti di dimensioni maggiori, ma è riuscita a sbarcare su mercati ad altissima competitività come Russia, Germania e Cina. Merito della genialità di chi oggi riesce a misurare di tutto: l’elasticità delle fasce Gibaud, il peso delle tastiere dei Pc, la flessibilità degli sci, le molle degli orologi, la gomma piuma

ImpresAperta fa il tris a Busto. Prima tappa, le start-up: poi si arriva a Sacconago

Confronto tra il sindaco di Busto, Emanuele Antonelli, l’assessore Manuela Maffioli, il presidente di Confartigianato Varese, Davide Galli e il delegato della giunta, Giacomo Ciriacono. «Ricominciare dall’impresa significa far vivere una città». La richiesta: «Dare centralità alle imprese nelle iniziative cittadine e sostenerle con politiche fiscali adeguate»

Aree di Confine, l’Italia vuole la rivincita: «Il Ticino? Meno welfare e meno assunzioni»

Dopo l’accordo di collaborazione con Confartigianato Como, l’iter del progetto di legge di Confartigianato Varese prosegue e allarga i confini. Per questo siamo andati a sentire che aria tira nella provincia italiana e abbiamo parlato con Otello Boninsegna, titolare sessantaseienne della Boninsegna Snc di Faloppio che dice: «Con questa norma riporteremo a casa le migliori professionalità»

TORNA SU