Cerca:
Home Storie di imprese 

Storie di imprese

testata_INTERVISTE_649x142

Dieci anni di storie di imprese: un viaggio lungo, ininterrotto, affascinante tra quelle aziende che hanno resistito con tenacia alla crisi, che si sono ingegnate, che hanno saputo guardare oltre dando peso a quello che gli economisti, scrivendo della piccola impresa, definiscono “modello intelligente” di imprenditoria. Un viaggio tra capannoni, officine e laboratori che aiuta a capire quanto è cambiato il mondo e quanto la nostra provincia può ancora dare in termini di ricchezza e piccole, grandi meraviglie.

Le ultime news

Gli artigiani delle protesi e le Pa: il problema è che 400mila euro mancano all’appello

«I mancati pagamenti ci costringono a chiedere finanziamenti alle banche ma se prima la solvibilità della pubblica amministrazione era ben considerata, ora non lo è più. Così noi siamo passati da clienti d’elite a clienti a rischio» dicono i titolari della Essedi di Marnate. Un problema per un’azienda di altissimo livello su scala nazionale

Dalla pressa all’azienda: così è nata la Pmi che ha archiviato l”orario fisso”

La storia della Tranfor di Cristiano Cristiani, raccontata su “La Nuvola del Lavoro”, ci ha incuriosito perché abbiamo una convinzione: conoscere è il primo passo per crescere. Così siamo andati a conoscere questo imprenditore-manager, che da due anni manda avanti una piccola realtà artigianale di nove dipendenti e che, di recente, ha introdotto una rivoluzione degna di Google

L’ottimismo è il sale dell’azienda. Parola di neo-imprenditore

«Chi lavora in proprio deve sempre credere in sé stesso perché non ha un contratto a tempo indeterminato» dice Lorenzo Contino, giardiniere titolare de “I giardini d’autore” che da poco ha scelto di mettersi in proprio. E giovedì a Bisuschio racconterà la sua esperienza in occasione del seminario “Mettersi in proprio? Con noi l’impresa è possibile” (ore 18.30-20.30)

Videoinchiesta cambiamenti: l’officina è sempre la stessa, ma il servizio è una coccola

Come sono cambiate le piccole e medie imprese. E, soprattutto, perché. Questa settimana entriamo nell’officina di Salvatore Cerra per capire come persino riparare le auto, oggi, richieda tecnica e soft skills. «Sono un uomo d’officina, un artigiano, ma di una cosa sono certo: oggi devi specializzarti, o sei fuori»

TORNA SU