Cerca:
Home Un contributo per l’assunzione di disoccupati

Un contributo per l’assunzione di disoccupati

La Regione Lombardia ha previsto una dote (fino ad esaurimento dei fondi disponibili) per le aziende lombarde, nel caso di assunzione di persone disoccupate che si trovano in determinate condizioni di svantaggio.

La dote è destinata alle imprese che stipulano dal 10 gennaio al 30 settembre 2013, con persone con determinati requisiti, un contratto di lavoro subordinato sia full time che part-time, non inferiore ai 12 mesi.

Lavoratori interessati e contributo economico

Destinatari Bonus base Maggiorazione Contratto a tempo indeterminato
Donne/uomini residenti o domiciliati in Lombardia, in stato di disoccupazione, iscritti al Centro per l’Impiego (d.lgs 181/2000) da oltre12 mesi 8.000 // //
Donne/uomini over 50, residenti o domiciliati in Lombardia, in stato di disoccupazione, iscritti al Centro per l’Impiego (d.lgs 181/2000) da oltre 6 mesi 8.000 2.000 2.000
Donne/uomini over 45, residenti o domiciliati in Lombardia, in stato di disoccupazione in possesso di un titolo di studio inferiore al diploma di istruzione di secondo ciclo o alla qualifica professionale, iscrittial Centro per l’Impiego (d.Lgs 181/2000) da oltre 6 mesi 8.000 2.000 2.000

Sono esclusi i lavoratori:

  • disoccupati in mobilità in deroga e gli iscritti alle liste di mobilità ordinaria L. 223/91 e L. 236/93
  • lavoratori che ne hanno presentato domanda di mobilità ordinaria o in deroga;
  • che prestano attività lavorativa presso l’impresa in regime di somministrazione.

Il Contributo:

E’ finalizzato a coprire i costi salariali nei 12 mesi successivi all’assunzione.

Il contributo (da riproporzionare nel caso di lavoro part time) non deve essere superiore al 50% dei costi salariali sostenuti dall’azienda (75% nel caso di disabili).

L’incentivo è cumulabile con altri contributi pubblici, nazionali, regionali, comunitari, riconosciuti per la stessa finalità, fermo restando le percentuali sopra indicate (es. sgravi contributivi INPS).

Requisiti che l’azienda deve necessariamente possedere

– non aver in atto sospensioni di lavoro, non aver proceduto a riduzioni di personale, licenziamenti collettivi negli ultimi 12 mesi (salvo l’assunzione non avvenga per acquisire professionalità diverse da quelle dei lavoratori interessati alle riduzioni o sospensioni);

– l’assunzione deve aumentare il numero netto dei dipendenti dell’impresa (rispetto ai 12 mesi precedenti), a meno che si tratti di posto vacante per dimissioni, pensionamento per limiti di età, riduzione volontaria dell’orario di lavoro, licenziamento per giusta causa;

– essere in regola con l’applicazione del CCNL di riferimento (adempimenti contributivi INPS e INAIL, contribuzioni degli enti paritetici se previsti), con la normativa in materia di sicurezza e con le assunzioni previste dalla Legge 68/99 (collocamento mirato disabili);

– non voler interrompere il rapporto di lavoro oggetto del contributo (fatta salvo per giusta causa) prima dei 12 mesi successivi all’assunzione

– attenersi al Regolamento CE n. 800/2008 (regime del contributo) dichiarando altresì di non rientrare nelle specifiche esclusioni di cui al citato Regolamento.

I requisiti devono essere posseduti dall’azienda dalla data di presentazione della domanda fino alla liquidazione del contributo.

Domanda e liquidazione del contributo

La domanda deve essere presentata tramite il portale della Regione Lombardia corredata da tutta la documentazione richiesta.

In caso di accoglimento della domanda, dopo 12 mesi dall’assunzione, occorre inoltrare richiesta di liquidazione del contributo.

Per informazioni rivolgersi al proprio operatore paghe o al consulente presso le nostre sedi.

TORNA SU