Cerca:
Home I contributi per artigiani e commercianti

I contributi per artigiani e commercianti

Le aliquote contributive delle gestioni pensionistiche dei lavoratori artigiani e commercianti, iscritti alle gestioni autonome dell’Inps, ogni anno, sono incrementate di 0,45 % (fino a raggiungere il livello del 24%).

Le aliquote contributive per l’anno 2013, sono pari alla misura del 21,75%.

Anche per l’anno 2013, si applicano le disposizioni relative alla riduzione del 50% dei contributi dovuti dagli artigiani e dagli esercenti commerciali con più di 65 anni di età (pensionati presso le gestioni dell’Istituto). Sono anche confermate le agevolazioni stabilite per i coadiuvanti e i coadiutori di età inferiori a 21 anni.

Per gli iscritti alla gestione degli esercenti attività commerciali, all’aliquota di riferimento dovrà essere sommato lo 0,09%, quale aliquota aggiuntiva quale indennizzo per la cessazione definitiva dell’attività commerciale.

L’obbligo al versamento di tale contributo è stato prorogato fino al 31 dicembre 2014.

SCADENZE 2013

Per il versamento delle quote fisse (sul minimale di reddito):

– 16 maggio 2013
– 20 agosto 2013
– 18 novembre 2013
– 17 febbraio 2014

Quote percentuali sulla parte eccedente il minimale (entro il massimale – acconti 2013)

– 16 giugno 2013
– 30 novembre 2013

Saldo anno 2012

– 16 giugno 2013

Per i soci di S.r.l., iscritti alle Gestioni dei Commercianti e degli Artigiani, la base imponibile, fermo restando il minimale contributivo, è costituita dalla parte del reddito d’impresa dichiarato dalla S.r.l. ai fini fiscali, attribuita al socio in base alla quota di partecipazione agli utili (non considerando eventuali accantonamenti a riserva o dall’effettiva distribuzione degli stessi e nel limite dei massimali).

TORNA SU