Cerca:
Home Credito in cassa: così gli enti locali possono pagare le imprese

Credito in cassa: così gli enti locali possono pagare le imprese

Credito in Cassa è un’iniziativa di Finlombarda e Regione Lombardia,  che permette alle imprese di saldare i propri crediti con le pubbliche amministrazioni. L’iniziativa è infatti finalizzata all’anticipo e  allo smobilizzo con cessione definitiva dei crediti scaduti, vantati dalle imprese lombarde nei confronti di Enti locali (Comuni, Provincie).

A chi si rivolge

Imprese lombarde, appartenenti a tutti i settori, che abbiano crediti con enti locali scaduti  durante il periodo di durata della misura alla data di presentazione della domanda di accesso all’intervento.

Cosa prevede

L’intervento permette di smobilizzare e cedere i crediti certificati vantati dalle imprese, mediante lo strumento della cessione “pro soluto” a titolo definitivo, garantendo in tal modo la liquidità necessaria per lo svolgimento delle attività. Con la cessione del credito le imprese vengono svincolate dal rapporto sia con lente locale che con la società intermediaria.

  • I crediti potranno riguardare sia le spese correnti (spese ordinarie), sia le spese in conto capitale (spese di investimento).
  • L’importo minimo del credito vantato deve essere di 10.000 euro.
  • L’importo massimo deve essere di 750.000 euro per i Comuni (o le unioni di Comuni), e di 1.300.000 euro per le Province e i Capoluoghi di Provincia.

Le imprese possono cedere i crediti certificati vantati nei confronti degli Enti locali che hanno aderito all’iniziativa.

Modalità di presentazione delle domande

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata esclusivamente online.

Per informazioni e approfondimenti rivolgersi ai consulenti credito presso le nostre sedi.

Scheda Credito in cassa (PDF)

 

 

 

TORNA SU