Cerca:
Home Operazioni IVA: comunicazione analitica o aggregata?

Operazioni IVA: comunicazione analitica o aggregata?

L’art. 21 D.L. 78/2010 ha previsto l’obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini dell’IVA, assolto con la trasmissione, per ciascun cliente e fornitore, dell’importo di tutte le operazioni attive e passive effettuate. Per le sole operazioni per le quali non è previsto l’obbligo di emissione della fattura, la comunicazione telematica deve essere effettuata nel caso le operazioni stesse siano di importo non inferiore a € 3.600,00, comprensivo dell’IVA.

Costituiscono eccezione le operazioni, documentate con fattura, delle attività di commercio al minuto e delle operazioni delle agenzie di viaggio. Queste operazioni, per gli anni 2012 e 2013, devono essere comunicate se di importo unitario non inferiore a € 3.600,00.

La comunicazione, da inviare in forma telematica, può essere effettuata in forma analitica o aggregata a seconda dei casi. La forma analitica, per esempio, é valida per gli acquisti da San Marino, le operazioni con produttori agricoli e gli acquisti legati al turismo.

TORNA SU