Cerca:
Home Coworking: se ne parla al FaberLab di Tradate

Coworking: se ne parla al FaberLab di Tradate

jellyinsandiegoTutto quello che avreste voluto sapere sul coworking e non avete mai osato chiedere”: è questo il titolo del prossimo incontro dell’Officina delle Idee di Confartigianato Varese. Un progetto, un contenitore, un trampolino di lancio per tutto ciò che fa parte dell’impresa: intuito, lungimiranza, progettualità, creatività. Condivisione.
E’ questo di cui si parlerà giovedì 22 maggio, dalle ore 20.30 alle 22.30, al FaberLab di Tradate, in via Europa 4/A (per informazioni: info@faberlab.org; 0332.256480), con Massimo Carraro, il “papà” delle rete Cowo insieme a Laura Coppola. I due sono i partner dell’agenzia di comunicazione Monkey Business, attiva a Milano dal 2008 dopo un’esperienza di coworking. L’incontro è informale e ad ingresso libero.

Massimo Carraro ha fondato la rete di coworking Cowo ® nel 2009. Scrive, di lui: “Mi piace sfruttare i social media e i blog per convincere la gente ad aggregarsi in comunità di vita reale, come lo è la rete Cowo con migliaia di persone coinvolte”. Per Massimo, il coworking è quasi un “gioco” con il quale “aiutare le persone a mischiarsi e lavorare insieme”. Un “gioco” che è piaciuto a tanti altri e che, oggi, conta 96 spazi in 57 città diverse. “Un esperimento curioso e interessante, anche perché lo si è portato avanti con la serenità di chi non deve obbedire a un business plan, ma preferisce seguire le logiche delle relazioni e delle affinità”, conclude Massimo.

Ma cosa è il coworking? Una proposta, una scelta di vita (e di lavoro), un’idea. In realtà, tante idee. Chiunque abbia uno spazio professionale già attivo, ed è interessato a entrare in contatto con altri professionisti su base continuativa, può realizzare un piccolo guadagno affittando postazioni di lavoro. In realtà, questa è solo una delle tante opportunità che nascono dal coworking: si abbattono sensibilmente i costi e le spese di un ufficio e si hanno a disposizione una serie di servizi per le proprie esigenze, è vero, ma c’è dell’altro. E tanto.

Il coworking è, prima di tutto, una modalità di lavoro che mette al centro dell’attività la condivisione di un ambiente in cui si genera uno scambio di competenze. Ma non ci si ferma qui: l’appuntamento del 22 maggio è fatto proprio per scoprire i lati nascosti del coworking e soddisfare le tante curiosità che, ancora oggi, interessano questa modalità lavorativa e di confronto. Chi parteciperà all’incontro avrà la possibilità di capire al meglio cos’è uno spazio di coworking e le opportunità che nascono dal lavorare nello stesso spazio con altre imprese.

Ricordiamo che al FaberLab di Tradate prosegue, però, anche la programmazione dei percorsi formativi dedicati a imprese, professionisti, scuole.

  • Il 27 maggio, dalle ore 17 alle 20, sarà la volta del corso di “Rendering con Keyshot 4”. I partecipanti potranno acquisire quelle competenze specifiche necessarie per creare immagini interattive ad alta definizione, animazioni e video di modelli CAD. Tutto questo, utilizzando uno dei software professionali più accattivanti attualmente esistenti sul mercato perché permette di coniugare l’alta professionalità alla facilità d’uso.
  • Si prosegue il 6 giugno, dalle ore 16 alle 20, con “Stampa 3D”: come avvicinarsi alla conoscenza tecnica della stampa 3D FFF (Fused Filament Fabrication) e ottenere i risultati migliori in termini di qualità, risparmio materiali, tempi/costi di stampa.

Entrambi i corsi sono tenuti da Riccardo Pietro Visentin.
Per informazioni e/o iscrizioni sui corsi scrivere a umberto.rega@asarva.org oppure telefonare allo 0332.256201.

Non dimenticate di seguirci anche su Twitter (@FaberLabVarese), Facebook (www.facebook.com/FaberLabVarese), YouTube (www.youtube.com/user/FaberLabVarese) e Instagram (instagram.com/faberlabvarese#).

TORNA SU