Cerca:
Home Nuovo regime forfetario: sarà veramente vantaggioso?

Nuovo regime forfetario: sarà veramente vantaggioso?

ContabilitàDal 2015 la Legge di Stabilità, se sarà approvata definitivamente così come presentata, prevede l’istituzione di un regime fiscale forfetario nei confronti delle persone fisiche  titolari  di Partita Iva.

Il Regime, secondo le intenzioni del legislatore, vorrebbe essere di vantaggio e nei fatti si potrebbe considerare tale se si valutassero esclusivamente  le agevolazioni legate alla diminuzioni di alcuni adempimenti.

Se però si valuta il reale risparmio fiscale del Regime forfettario, si vede come in molti casi le somme complessivamente dovute possono essere maggiori, anche in modo sensibile, rispetto al Regime di contabilità semplificata normalmente adottato dai soggetti che potrebbero averne i requisiti.

Gli elementi negativi, che comporterebbero un inasprimento dell’imposizione rispetto alla situazione attuale, possono infatti essere numerosi.

  • Innanzitutto il calcolo del reddito d’impresa con una forfetizzazione dei costi calcolati in percentuale sui ricavi e la non deducibilità degli ammortamenti dei beni strumentali, possono comportare la determinazione di un reddito più elevato di quello calcolato con la deduzione analitica dei costi sostenuti dai ricavi.
  • L’imposta sostitutiva fissata al 15% in molte simulazioni si rivela superiore all’Irpef e alle altre imposte che va a sostituire: questo soprattutto quando il reddito risulti di ammontare non molto elevato, fatto che si può verificare di frequente dato che, per poter adottare tale regime, il volume di ricavi, in funzione dell’attività esercita, è piuttosto ridotto.
  • Le eventuali detrazioni fiscali per familiari a carico o per oneri (es. ristrutturazione edilizia, risparmio energetico, mutui acquisto abitazioni principali, spese mediche, ecc) non potranno essere utilizzate, così come le specifiche detrazioni d’imposta previste per le imprese in contabilità semplificata e per i lavoratori autonomi, che possono abbattere anche di molto le imposte dovute.
  • Viene persa la possibilità di detrarre l’Iva sugli acquisti che pertanto diventa un puro costo, tra l’altro indeducibile, vista la forfetizzazione dei costi calcolata in percentuale sui ricavi.

Quindi, nel momento della decisione di adottare o meno il nuovo Regime, sarà opportuno fare tutte le verifiche tenendo presente che la valutazione deve essere fatta caso per caso.

Per ulteriori informazioni contattare gli operatori fiscali presso tutte le sedi.

Vai allo speciale: “La Legge di Stabilità 2015”

TORNA SU