Cerca:
Home ISO 9001: il rischio esiste, impariamo a gestirlo

ISO 9001: il rischio esiste, impariamo a gestirlo

DSC05375“Non c’è impresa che non pensa al rischio, ma l’importante è capire come affrontarlo e come gestirlo”.
Apre così Carlo Giardini dell’Associazione Svizzera per i Sistemi di Qualità e Management (la SQS nasce in Svizzera nel 1983, è presente in Italia da 10 anni e conta circa 3.000 clienti) invitato dalla nostra Associazione per un seminario sulla ISO 9001:2015.

Davide Baldi, responsabile Qualità di Confartigianato Varese, ha introdotto l’incontro sottolineando quanto i sistemi di gestione della qualità moderni, basati sul rischio e orientati alla prevenzione, rappresentino un vantaggio che tante imprese, ormai, hanno fatto loro.

E i vantaggi della ISO 9001 non sono pochi:

  • amplifica la visione dell’imprenditore (finalmente soddisfatto della propria certificazione di qualità)
  • dà più attenzione al metodo e sempre meno alla burocrazia
  • si muove secondo un’ottica proattiva e preventiva (analisi dei rischi)
  • offre maggiore dinamicità
  • aiuta una maggiore sinergia tra i diversi sistemi
  • si concentra sui risultati

Il seminario, rivolto principalmente agli imprenditori e ai responsabili della Qualità che già hanno adottato e vogliono implementare un sistema in azienda, ha raccolto la curiosità anche di chi un sistema di gestione della Qualità non ce l’ha ancora.

La parola alle imprese
Un’azienda che produce raccorderia per serbatoi si è iscritta al seminario perché informarsi è obbligatorio: molti suoi clienti sono certificati e il passo verso un sistema di gestione qualità sarà probabilmente prossimo. Cautela ed entusiasmo nello stesso tempo, attenzione e voglia di approfondire stanno alla base di questo interesse. Che non manca anche a quelle imprese che questo percorso l’hanno già fatto e si occupano, per esempio, di impianti di condizionamento e riscaldamento: “Il problema sono le risorse economiche – ci dice l’imprenditore – perché per le nostre dimensioni non possiamo permetterci una persona dedicata esclusivamente alla certificazione di Qualità. Però da quando abbiamo ottenuto la ISO 9001:2008 ci sentiamo più sicuri e i vantaggi ci sono soprattutto in una gestione aziendale più controllata. Insomma, se possiamo dire così non perdiamo pezzi”.

Al seminario c’è anche chi ha la ISO 9001 e la certificazione per gli FGas: “Oggi è un requisito – interviene l’imprenditore – ma per noi, quando abbiamo scelto questo percorso, era un obiettivo aziendale. I vantaggi? Tra titolari e collaboratori siamo in 30: con il metodo condiviso della ISO 9001 siamo più sicuri perché siamo in linea su tutto, dalla politica aziendale alla gestione delle attrezzature”. La parola magica, oggi, è proprio “requisito” perché altri imprenditori presenti sono coscienti del fatto che “ci sono gare d’appalto dalle quali l’esclusione è certa se non hai una certificazione. Certo saranno anche scartoffie (di burocrazia ce n’è ancora tanta) ma oggi il lavoro – anche quello con enti e istituzioni pubbliche e private – passa da qui. La ISO 9001 aiuta ed obbliga ad essere organizzati, il che non guasta perché si lavora meglio”.

Il nostro servizio di accompagnamento alla Qualità

Fare insieme un percorso verso la Qualità permette di raggiungere gli obiettivi senza disperdere risorse e tempo: Per questo alle nostre imprese assicuriamo

  • Definizione dello scopo della certificazione
  • Pre-audit di diagnosi della situazione corrente e conformità dei processi ai requisiti del Sistema di Gestione Qualità
  • Report di non conformità e opportunità di miglioramento
  • Audit di certificazione
  • Audit di sorveglianza al fine di verificare il mantenimento della conformità ai requisiti dello standard e il miglioramento continuo
  • Rinnovo della certificazione

Per tutte le informazioni contattare gli Assistenti d’impresa in tutte le nostre sedi.

TORNA SU