Cerca:
Home Caro Renzi, per il taglio delle tasse partiamo dall’impresa

Caro Renzi, per il taglio delle tasse partiamo dall’impresa

galli-620x413

«Sarebbe assurdo e irresponsabile non essere d’accordo con il taglio delle tasse, ma invece di insistere sulla diminuzione dell’imposta sulla prima casa (che tende ancora una volta a favorire i grossi patrimoni e non la classe media impoverita dalla crisi economica) sarebbe meglio concentrarsi sull’impresa, perché come le persone anche le aziende chiedono tasse ridotte e semplici da pagare». Così il presidente di Confartigianato Varese, Davide Galli, commenta l’annuncio del premier Renzi sul taglio delle tasse sugli immobili che nel 2016 dovrebbe portare all’abolizione della tassa sulla prima casa.

Galli non ha dubbi: «Le tasse su impresa e lavoro si devono e si possono diminuire: lo insegnano Spagna e Inghilterra, nazioni dove le aziende hanno avuto attenzioni importanti. Se prendiamo a riferimento l’Effective Tax Rate (il tasso medio a cui è tassato un individuo o una società), notiamo che l’Italia è prima in Europa con il 58% e la Spagna è al 29%. Il Total Tax Rate invece (in questo caso oltre alle tasse ci sono anche costi accessori come la burocrazia), l’Italia è al 65,8% mentre la Spagna è al 58,6%».

Fisco

Leggi anche:
Con Confartigianato il fisco non fa più paura 

«Spagna e Inghilterra, prosegue il presidente Galli, hanno inaugurato un nuovo modello di sviluppo che all’austerità (non più considerata l’unica soluzione alla crisi) affianca una rivoluzione culturale. In questo caso non si aumenta la spesa pubblica e si riduce in modo graduale e deciso l’imposizione sulle imprese (in Spagna passerà dal 30% al 28% nel 2015 e al 25% nel 2016 ) e sui cittadini. Il premier spagnolo Rajoy, inoltre, ha tagliato gli scaglioni fiscali da 7 a 5 abbassandoli in modo sostanzioso».

Così come è accaduto in Inghilterra, dove la semplificazione fiscale è stata al centro di una manovra che ha visto portare la tassa sulle imprese al 20%: «È questo che dovrebbe fare il Governo Renzi, incalza Davide Galli: abbassare in modo drastico le tasse per le aziende, e per i cittadini, riducendo la spesa pubblica e finanziando la diminuzione delle tasse con i tagli alla spesa. Renzi è stato uno dei primi leader politici in Italia a decidere di tagliare le spese per abbassare le tasse ad aziende e lavoratori: la strada è giusta, ma va perseguita».

TORNA SU