Cerca:
Home Energia elettrica e gas: diritto di recesso ridotto a tre settimane

Energia elettrica e gas: diritto di recesso ridotto a tre settimane

Energia: diritto di recesso

Un’importante delibera dell’Autorità per l’Energia riduce a tre settimane le tempistiche per cambiare il fornitore di energia. Tale provvedimento, a partire dal 1° gennaio 2017, si applica obbligatoriamente ai contratti:

  • elettricità: utenze domestiche e utenze non domestiche alimentate in bassa tensione;
  • gas: utenze domestiche e non domestiche purché limitatamente ai punti con consumi annui complessivamente inferiori a 200.000 Smc

Il cliente finale può esercitare il diritto di recesso per cambio fornitore, in qualsiasi momento, rilasciando al nuovo fornitore apposita procura a recedere, per suo conto e in suo nome, dal contratto col venditore uscente.

Pertanto, affinché si possa perfezionare il recesso da un contratto, il venditore uscente dovrà ricevere la relativa comunicazione, entro e non oltre il giorno 10 (dieci) del mese precedente la data di cambio venditore.

Il modulo per il recesso dovrà contenere i seguenti elementi minimi:

  • il POD/PDR identificativo del punto di prelievo;
  • i dati identificativi del cliente finale;
  • la data di cambio venditore;
  • i dati identificativi della controparte commerciale.

Su richiesta di Confartigianato, l’Autorità ha puntualizzato che il diritto di recesso non può essere sottoposto a penali né a spese di chiusura e che eventuali clausole in tal senso si considerano non apposte.

Per tutte le informazioni sulle modalità per cambiare gestore ma soprattutto su come risparmiare sulla bolletta elettrica e del gas sono sempre disponibili i nostri consulenti del Gruppo di acquisto CenPi di Confartigianato (scorpi di più)

Nella nostra provincia già oltre 1.100 imprese hanno scelto di far parte di CenPi che, forte delle tante imprese che ne fanno parte a livello nazionale, è in grado di contrattare e ottenere le migliori tariffe sul mercato scegliendo il fornitore più vantaggioso. Così il risparmio sull’energia può arrivare anche fino al 50%.

Contattaci, senza impegno, per un confronto con il tuo fornitore e per scoprire quanto puoi risparmiare:

Antonella Imondi
tel. 0332 256350
antonella.imondi@asarva.org

Mauro Menegon
tel. 0332 256285 – fax 0332 256300
mauro.menegon@asarva.org

TORNA SU