Cerca:
Home Reti e territorio: un affare di tutti

Reti e territorio: un affare di tutti

Sfruttare le reti e “fare rete”. E’ una strada a doppio senso quella che porta allo sviluppo della provincia di Varese, alla valorizzazione delle sue imprese, alla semplificazione del contesto amministrativo e istituzionale nel quale si trovano a operare, all’identificazione dei nuovi orizzonti ai quali possono (e devono) guardare.

Ed è partendo da questo presupposto che l’evento “Varese-Mondo: andata e ritorno” promosso da Confartigianato Varese ha coinvolto, il 22 luglio a Malpensa, esponenti politici e rappresentanti istituzionali. A cominciare dai sindaci, ai quali il presidente provinciale Davide Galli ha chiesto di diventare “imprenditori per un territorio più forte, attrattivo e capace di valorizzare le imprese”. Incassando una rassicurazione: l’obiettivo è condiviso. E una promessa a identificare strategie comuni per raggiungerlo.

galimberti250x200Davide Galimberti (Sindaco di Varese): “Un tavolo per imprese e occupazione”
“Sentiamo grande responsabilità nei confronti delle imprese e siamo pronti a interpretare le sfide che ci vengono proposte, facendo nostro l’impegno alla velocità – requisito fondamentale per la competitività – nel rispondere alle loro richieste e proposte” è l’assicurazione del neo primo cittadino di Varese, Davide Galimberti. In questa direzione s’è mosso il sindaco anche con il tavolo “unità di missione permanente”, destinato ad attirare le imprese e a stimolare l’occupazione. L’altro tema sul quale Palazzo Estense intende muoversi è quello del turismo: “I dati più che positivi su questo settore, validati dall’indagine Pwc, ci confermano nella volontà di perseguire la mission di attirare sempre più visitatori”.

alessandro-fagioli250x200Alessandro Fagioli (Sindaco di Saronno): “Iniziamo, i risultati arriveranno”
Identica apertura arriva dal sindaco di Saronno, Alessandro Fagioli, già assessore a Villa Recalcati: “La decisione di istituire un tavolo permanente del lavoro è la prima dimostrazione di quanto, per la nostra amministrazione, sia importante ascoltare le associazioni di categoria e condividere ciò che avviene sul territorio”.
“Non si può trasformare radicalmente un territorio in poco tempo ma lavorare per farlo è decisivo. Le imprese ne sono consapevoli, per conquistare un cliente ci vuole tempo, per perderlo basta un secondo”. Ecco perché l’impegno dovrebbe essere definito, chiaro e continuativo: “Oggi il territorio ci chiede impresa e lavoro: per questo motivo ritengo necessaria una programmazione formativa più attenta alle esigenze delle aziende del nostro territorio”. Infine una promessa: Saronno sarà una città attenta alle aziende, anche con azioni di coordinamento destinate a favorire le attività produttive e il loro insediamento.

giuseppe-albertini250x200Giuseppe Albertini (presidente Camera di Commercio): “Lavoriamo sulla tassazione”
E a proposito di creazione di un terreno fertile sul quale far crescere imprese e lavoro, è il presidente della Camera di Commercio di Varese Giuseppe Albertini a rimarcare la necessità di un impegno delle istituzioni: “Siamo arrivati al 68% di tassazione: mi domando, con una premessa simile come si fa a investire? Dobbiamo creare aree entro le quali gli imprenditori possano insediarsi beneficiando di vantaggi fiscali, perché l’obiettivo deve essere mantenere le produzioni sul territorio”. In questo senso risultano determinanti “un’opera di sensibilizzazione e un’azione mirata all’attrattività della provincia di Varese”. A beneficio anche delle grandi industrie, il cui rischio fuga è ormai più che una prospettiva remota.

Davide Galli (Presidente Confartigianato Imprese Varese): “La nostra vocazione è manifatturiera”

Alessandro Distefano (Director PwC): “Per crescere bisogna fare sistema”

Davide Galimberti (Sindaco di Varese): “Università e aziende insieme per il rilancio del territorio”

On. Angelo Senaldi (membro della Commissione per le Attività Produttive): “Varese sia Hub su Industria 4.0”

Giorgio Merletti (Presidente Confartigianato Imprese): “Bravi gli attori ma manca una regia”

TORNA SU