Cerca:
Home Ghidella racing team, veloci come il vento

Ghidella racing team, veloci come il vento

649x142 banner vacanze

“La differenza tra un pilota e un autista, è che il pilota sa tirare fuori il massimo dal proprio mezzo”. Agostino Ghidella è una colonna del motorsport varesino. Da oltre 30 anni i suoi kart sfidano le leggi della fisica sulle piste di tutt’Italia, raccogliendo successi e ammiratori. Siamo andati a conoscerlo nella sua officina a Somma Lombardo.

Signor Ghidella correva l’anno 1982, e lei iniziava a preparare go kart da gara. Come ha maturato la sua passione per i motori?
«La mia passione nasce sulle moto da cross negli anni ’70. A quel tempo recuperavo dai demolitori mezzi che poi riparavo alla bene e meglio, per correre in fuoristrada. I kart sono arrivati dopo anni di gare e un bel po’ di infortuni (sorride ndr.). Il passo dalle moto (di allora ndr.) ai kart è stato breve, entrambi montano motori due tempi ed entrambi si prestano ad essere elaborati. Quello di rendere più veloce qualcosa, è sempre stato l’obbiettivo della mia vita».

Ghidella 9

Agostino e il figlio Matteo Ghidella

Oltre a rivenditore lei è anche telaista, preparatore e meccanico. Un bel mix..
«Essere pilota ti aiuta a capire che per dare il massimo un go kart, una moto, o un auto da competizione, devono essere messe a punto nel loro insieme.
Se il telaio non è a posto, anche la meccanica non potrà esprimere il meglio. Un’esperienza a 360 gradi consente di ottenere risultati all’altezza delle aspettative».

Dieci anni dopo, nel 1992 nasce la Ghidella e C. Snc e iniziano collaborazioni importanti. Perché Vortex Engines e Promec, due realtà importanti del mondo kart, si sono rivolti a voi?
«Nel 1993 ho cominciato a lavorare nel racing team come meccanico e telaista e nel contempo mi sono stati affidati dei piloti di caratura internazionale. Quando nel 1995 Vortex ha iniziato a produrre motori, ne ho comprati anche io per prepararli e portarli in gara. È così che l’azienda mi ha notato, dandomi l’incarico di sviluppare il motore VL 95 lamellare e VR 95 a valvola rotante».

Nel 2007, all’età di 18 anni, suo figlio Matteo ha vinto il campionato italiano nella 100cc. Una bella soddisfazione a cui seguono la vittoria del campionato open KF2. Lei preparatore e Matteo pilota, un accoppiata vincente che si ripete oggi nella rivendita e nell’officina di via Mazzini a Somma Lombardo.
«Quell’anno abbiamo vinto tutto. Avevamo un telaio molto performante, un team affiatato e un pilota imbattibile. Forse per Matteo la decisione di lavorare qui è stata un po’ obbligata, a causa di un brutto incidente automobilistico all’altezza di un incrocio pericolosissimo – ancora oggi – sulla strada provinciale del Sempione. Ma oggi, anche grazie all’e-commerce, ci togliamo delle belle soddisfazioni».

Ghidella 6

Chi sono i vostri clienti?
«Normalmente quelli che vorrebbero vincere (sorride ndr). Chi si rivolge a Ghidella racing team può contare su un’esperienza di oltre 40 anni nel mondo delle corse. Offriamo una consulenza completa dalla A alla Z, partendo da come si sale sul mezzo a come si guida. Oltre a questo siamo al top dell’evoluzione della meccanica e della telaistica. Oltre a offrire le nostre tensostrutture e gazebi durante le giornate di gara».

Quali eventi seguite direttamente e quanti team e piloti?
«Seguiamo due campionati il “Kart Sport Circuit”, che si svolge nei circuiti in Lombardia e Piemonte e il trofeo “Rok” che si svolge in tutto il Nord Italia. Per quanto riguarda i team ne seguiamo un paio oltre alla clientela che normalmente viene da noi per la preparazione di motore e telaio».

Dopo anni a organizzare eventi motoristici e ad animare la provincia di Varese con gare, eventi e iniziative, qual è il ruolo di Ghidella Racing team come promotore del motorsport?
«Sto cercando di fare una vita un po’ meno stressante. Già adesso per parecchi mesi all’anno siamo in giro per seguire piloti e gare. Diciamo che oggi è un po’ più difficile seguire tutto».

Cosa si augura per il futuro?
«
Nel futuro che cambi l’economia in Italia e che si possa ancora vedere qualche pilota italiano in Formula 1 perché ora come ora, per gli italiani, è impossibile accedere al Circus. Per la mia azienda invece mi auguro una tassazione equa. Non si può lavorare sette mesi all’anno solo per pagare le tasse!».

Ghidella e C. Snc
Via Mazzini 51/B
Somma Lombardo (VA)
tel/fax 0331. 252703
email: agostino.ghidella@gmail.com
www.ghidellaracingkart.it

TORNA SU