Cerca:
Home Iva, il rischio aumento c’è. E preoccupa Varese

Iva, il rischio aumento c’è. E preoccupa Varese

TgrLombardiaColombookAumento dell’Iva: il rischio c’è, e preoccupa le imprese. A farsene portavoce, nella prima tappa del viaggio intrapreso dal Tgr Lombardia in vista della ripresa di settembre, è stato oggi – martedì 30 agosto – il direttore di Confartigianato Imprese Varese Mauro Colombo. L’ipotesi, d’altro canto, inizia a farsi meno remota del previsto a fronte della necessità, da parte di Roma, di recuperare una quantità importante di risorse, pari a circa quindici miliardi di euro: «E questa prospettiva ci preoccupa fortemente» ha sottolineato il direttore Colombo.
Per le aziende l’ennesimo ricarico potrebbe rappresentare un aumento di costi che – sommato alle difficoltà congiunturali non ancora archiviate – significherebbe stagnazione. Se non, addirittura, arretramento. Un monito che si inserisce in un contesto ancora non stabile: «Registriamo mesi con prospettive più positive ma altri nei quali si profila un arretramento in relazione agli indicatori più significativi».

Nel servizio a firma di Roberto Troian, la fotografia delle 22mila aziende artigiane (sul totale delle oltre 70mila della provincia di Varese) mostra comunque un «sistema di filiere che resta punto di forza», in particolar modo per quello che riguarda i settori «meccanico, chimico e tessile». Si allarga tuttavia il gap tra chi ha innovato, investendo in macchinari e prodotti per l’estero, mettendosi in rete e collaborando con università e associazioni di categoria e chi, invece, ha camminato da solo.
Per guardare il video clicca qui

TORNA SU