Cerca:
Home Caro Ministro Poletti, ecco le priorità per lavorare meglio

Caro Ministro Poletti, ecco le priorità per lavorare meglio

22

Una lettera aperta degli imprenditori di Confartigianato Varese, al ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti atteso per oggi pomeriggio in provincia. Sul tavolo i tanti nodi da sciogliere legati alla competitività d’impresa: oneri, formazione, giovani e occupazione sono al centro del dibattito. E si parte proprio dalle future iniziative legislative in materia di lavoro: gli imprenditori chiedono che le formule per rilanciare e sostenere l’occupazione siano di durata più certa e costante rispetto a quelle realizzate fino ad oggi.

Alcuni pensano subito al Jobs Act, sul quale si chiede una valutazione oggettiva per capirne gli effetti sull’economia reale.  Ma il campo è vasto: c’è chi chiede al ministro se di fronte a quello che sta accadendo, la Buona Scuola del governo sia realmente buona e quando, invece, si riuscirà a creare in Italia uno strumento che permetta a studenti e aziende di collaborare insieme con un piano di alternanza scuola-lavoro modellato sull’esempio tedesco o, ancora meglio, su quello svizzero.

Non manca chi, infine, vorrebbe più equità: «Ministro, ogni anno sostengo costi importanti per la formazione in azienda, per l’ottenimento di patentini e autorizzazioni e per la qualità aziendale – dice un imprenditore. Tutto per offrire ai miei clienti un servizio che sia all’altezza delle loro aspettative. Però mi trovo di fronte ad una concorrenza sleale da parte di alcuni colleghi che non adempiono ad alcun obbligo: cosa si può fare?».

 

TORNA SU