Cerca:
Home Cartelle Equitalia, via libera della Camera: ecco cosa fare

Cartelle Equitalia, via libera della Camera: ecco cosa fare

Via libera della Camera alla legge di conversione del decreto legislativo 193/2016, con tutti gli aggiornamenti relativi alla rottamazione delle cartelle di Equitalia, che riassumiamo dando conto di scadenze, estensione e numero di rate.

In primo luogo arriva la conferma dell’estensione anche ai ruoli del 2016 e del numero totale di rate, passato da quattro a cinque, con possibilità di pagamento entro fine 2017 delle prime tre (purché l’importo rappresenti almeno il 70% del debito) e delle successive nel 2018. Il termine per l’adesione alla domanda, inizialmente fissato al 23 gennaio, è stato definitivamente posticipato al 31 marzo. L’emendamento ha poi esteso la “rottamazione” ai ruoli eseguiti direttamente dai Comuni o affidati ad altri agenzie di riscossione (multe)

 

Addio all’aggio dovuto a Equitalia. Per presentare istanza di “definizione agevolata”, contribuenti e imprese dovranno compilare un apposito modulo, da consegnare nelle filiali di Equitalia o da inviare tramite posta elettronica. Sarà poi Equitalia, entro il 31 maggio 2017, a comunicare agli interessati gli importi dovuti e i bollettini di pagamento. La stessa Equitalia ha inoltre lanciato il programma “Se Mi Scordo”, un servizio di messaggistica indirizzata ai cellulari o agli indirizzi di posta elettronica che preannuncerà l’invio di una cartella, ricorderà il pagamento delle rate o avviserà in caso di irregolarità nei versamenti. Chiunque può attivare il servizio rivolgendosi agli sportelli della società di riscossione o accedendo al sito di Equitalia.

Resta valido il nostro consiglio: prima di scaricare il modulo di adesione alla definizione agevolata, è opportuno rivolgersi a professionisti perché non è detto che la nuova rateazione sia migliore, per imprese o contribuenti, rispetto a quella in atto.

Nei nostri uffici è inoltre possibile essere seguiti e consigliati lungo l’intero iter della “rottamazione”.

Per maggiori informazioni
Servizio fiscale
Michela Cancian
michela.cancian@asarva.org
tel. 0332.256288
fax. 0332.256320

TORNA SU