Cerca:
Home Destinazione Teheran: vi portiamo dove crescono gli affari

Destinazione Teheran: vi portiamo dove crescono gli affari

IranTrasferta romana per portare Varese a Teheran. La data da segnare sul calendario è quella del 22 novembre 2016 quando a Roma Fiere si aprirà la prima edizione dell’Iran Country Presentation, una tre giorni promossa con l’obiettivo di favorire gli incontri d’affari fra aziende italiane e iraniane. L’iniziativa, promossa in collaborazione con Iran International Exhibition, Ambasciata della Repubblica Islamica dell’Iran e Ambasciata Italiana in Iran, è una sorta di prima assoluta nel panorama nazionale e si propone di portare in Occidente l’immagine di un Paese “nuovo”, pronto a tessere nuove relazioni commerciali.

Un’occasione simile non si presentava da 37 anni ma oggi, con l’alleggerimento delle sanzioni a carico della Repubblica Islamica guidata da Hassan Rouhani, il contesto si presenta particolarmente favorevole. Ed è per questo motivo che Confartigianato Imprese Varese e Faberlab saranno nella capitale il 23 novembre per prendere parte alla giornata dedicata ai business meeting: «Ci siamo focalizzati in particolare sugli appuntamenti B2B e abbiamo già pianificato incontri con alcune delle oltre cento imprese attive nei più svariati settori (dal petrochimico all’artigianato, dal turismo all’arredo, complementi d’arredo, building e contract) per farci portavoce delle aziende varesine che vorranno, attraverso di noi, far arrivare al tavolo di possibili futuri partner iraniani una presentazione delle proprie attività ed eventuali manifestazioni di interesse» spiega Matteo Campari, del servizio di Innovazione e Internazionalizzazione di Confartigianato Imprese.

Ma cosa cerca l’Iran in Italia? E cosa potrebbe trovare in territorio varesino? Prosegue Campari: «L’Iran è un paese ricco di idrocarburi e ha una buona industria manifatturiera ma ha bisogno di join venture tecnologiche e apprezza l’eccellenza della moda e dell’abbigliamento di alto livello con il marchio made in Italy». Confartigianato, oltre a presentare le attività di Faberlab e il plus valore che potrebbe mettere al servizio delle esigenze iraniane, costruirà un ponte anche a favore di tutte le imprese che si faranno trovare pronte a cogliere la chance.

A tal proposito, il servizio Internazionalizzazione di Confartigianato resta a disposizione degli associati per veicolare brochure o campionature da presentare alle imprese iraniane. Meglio se in lingua inglese. «Ma non è indispensabile, saremo lì con un traduttore perché il bon ton economico prevede che l’interlocuzione avvenga in lingua farsi e con tempistiche che non rispecchiano esattamente quelle europee». Inoltre Confartigianato accompagnerà le imprese anche nella fase successiva al primo contatto.
E l’ipotesi che da Roma si possa tornare con buone notizie non è remota: «L’Iran ha una buona capacità di spesa, lo Stato mette a disposizione molti fondi a sostegno dei piani di sviluppo, a cominciare da quelli legati alle infrastrutture turistiche». Le strade che portano a Teheran sono spianate. E passano anche da Varese.

Per informazioni contattare
Matteo Campari
Innovazione – Internazionalizzazione
Telefono 0332 256290- fax 0332 256283
matteo.campari@asarva.org

TORNA SU