Cerca:
Home Disegnare il proprio business: il visual thinking al Faberlab

Disegnare il proprio business: il visual thinking al Faberlab

L’appassionante incontro con Luca Carbonelli è stato il primo dei tre workshop dell’Officina delle idee (realizzato nell’ambito del progetto Giovani di Valore promosso da Fondazione Cariplo e Welfare in Azione) sulle dinamiche dei social e del web per il business d’impresa. Nel prossimo appuntamento parleremo di “Visual thinking”.

150x150_invito-business1Che cos’è il Visual thinking? È la capacità di elaborare e condividere concetti complessi in maniera semplice, creando un linguaggio universale ed immediato. Lo strumento privilegiato del visual thinking è il Business Model Canvas, una “tela” sui cui disegnare la propria visione d’impresa e trasformarla in un progetto concreto da presentare a collaboratori, partner e finanziatori..

Disegnare il proprio business
Visual thinking
Giovedì 24 novembre 2016 | ore 16.00 – 20.00
Faberlab via Europa 4 a Tradate

A illuminarci su come usare questa tela per lo sviluppo dei progetti aziendali  sarà Daniele Radici, l’Innovation & Strategy Specialist che con mattoncini Lego e pennarelli colorati ci fa vedere come trasformare le idee in business.

daniele-radici“Ho capito – racconta ancora il libero professionista su Bergamo Post – quanto sia spesso difficile misurare la validità di un progetto ascoltando semplicemente la voce innamorata dell’imprenditore che lo ha ideato. La vera sfida è che quel progetto porti valore a qualcuno e per capire se può decollare oppure no, è necessario portarlo a terra, misurarlo con intelligenza. L’opposto del “segui il cuore”, per intenderci. Un ottimo strumento per far questo è il Business Model Canvas,  che con Crispy ho iniziato ad usare nelle startup. La validità di questo strumento sta nel fatto che rende visiva un’idea e la pone sotto stress. L’imprenditore deve così farsi delle domande, considerare delle ipotesi e poi validarle uscendo dall’ufficio (get out of the building, come si dice in gergo) e confrontandosi con ciò che fino ad un minuto prima aveva su carta. A questo punto due sono le reazioni possibili: o si cerca di adeguare il modello di business ascoltando la reazione del mercato, oppure si rimane fermi nella propria posizione, mantenendo una visione personale che però è molto rischiosa”.

L’incontro è libero e gratuito. Per partecipare registrasi qui sotto.

TORNA SU