Cerca:
Home ImpresAperta, il viaggio incomincia: la Tintoria a confronto con la Regione

ImpresAperta, il viaggio incomincia: la Tintoria a confronto con la Regione

maino_540x320
ImpresAperta, il viaggio incomincia. Il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo visiterà infatti giovedì 16 marzo la Tintoria Filati Maino di Busto Arsizio. Una visita promossa da Confartigianato Imprese Varese con l’obiettivo di fornire alle istituzioni – Regione Lombardia e, in seguito, amministrazioni comunali – un quadro dello stato di salute e dei problemi delle imprese locali. I dati, i contributi e le richieste emerse durante questi incontri, tre in tutto entro il mese di maggio, saranno poi oggetto di uno specifico dossier e di un successivo momento di confronto con gli imprenditori stessi, che si terrà a giugno in Consiglio regionale, con il coinvolgimento anche della Commissione regionale Attività produttive.

La Tintoria Filati Maino, gestita dai cugini Piero, Marco e Antonio e sorta nei primi anni Cinquanta su iniziativa del nonno come Tintoria Iride, costituisce un esempio concreto di come tradizione artigiana, creatività e alte tecnologie possono affrontare e superare la crisi di un settore, quello del tessile, fino a pochi anni fa trainante per l’economia del territorio varesino.

Maino 2
Il Presidente Cattaneo sarà accolto in azienda alle ore 9 alla presenza anche del Presidente di Confartigianato Imprese Varese Davide Galli e del Direttore generale Mauro Colombo. Dopo un confronto con i titolari della Tintoria e dopo aver approfondito le principali criticità che l’impresa artigiana deve quotidianamente affrontare, si terrà un sopralluogo all’area di lavorazione e produzione.

«Si tratta di un importante momento di confronto tra il Consiglio regionale e le aziende del territorio che ha una progettualità più ampia – spiega Cattaneo – L’idea è quella di avviare un percorso di interlocuzione costante per valutare punti di forza e criticità del settore delle Piccole e Medie Imprese del nostro territorio che sono alle prese con una nuova rivoluzione industriale che riguarda il digitale e l’industria 4.0. È un impegno che abbiamo assunto insieme alle associazioni di categoria e che vogliamo portare avanti con l’obiettivo di creare un filo diretto tra mondo delle imprese, territorio e l’istituzione regionale».

«Ascolto, confronto e propositività sono i pilastri sui quali, come imprese, crediamo debbano poggiare le politiche di rilancio del territorio e la costruzione di un tessuto economico e produttivo in grado di rispondere alle nuove richieste del mercato – commenta il Presidente di Confartigianato Imprese Varese, Davide Galli –. Istituzioni e imprese devono tornare a parlarsi per comprendere le reciproche esigenze e trasformare le sinergie in fatti. E’ finito il tempo delle polemiche, delle passerelle e delle facili promesse: ne abbiamo già sperimentata inutilità e dannosità. Il contesto ci chiede di pensare in modo nuovo, moderno, concreto ed efficace: è uno sforzo al quale l’impresa non intende sottrarsi e siamo felici di aver trovato nel Presidente Cattaneo sintonia d’intenti e di progettualità».

TORNA SU