Cerca:
Home ImpresAperta va in Regione. Sindaci, chi è il prossimo a farsi avanti?

ImpresAperta va in Regione. Sindaci, chi è il prossimo a farsi avanti?

tradate - raffaele cattaneo al faberlab -

«Vedrete, vi stupirà conoscerci da vicino: siamo lo specchio della nuova economia». Inizia con il presidente del consiglio regionale Raffaele Cattaneo il viaggio che, nel corso dell’intero 2017, porterà Confartigianato Varese nelle imprese del territorio, per raccoglierne richieste e bisogni e anche per costruire nuovi ponti di dialogo con le principali istituzioni pubbliche. A cominciare, per l’appunto, da Regione Lombardia.

«In occasione della visita del 3 febbraio scorso nella sede provinciale della nostra associazione e in Faberlab, ho invitato il presidente Cattaneo a visitare tre imprese della provincia di Varese e ritengo molto positivo il fatto che l’invito sia stato immediatamente accolto» spiega il numero uno di viale Milano, Davide Galli. Di qui l’avvio del percorso ImpresAperta, inserito nel più ampio progetto denominato “Imprese e Territorio”.

«E’ fondamentale che le istituzioni abbiano l’opportunità di vedere con i propri occhi, e non solo per sentito dire, ciò che è oggi il variegato mondo delle Pmi e ciò che può offrire in termini di produzione, know how e interpretazione del contesto economico nel quale si muove questa provincia» prosegue Galli, ricordando come, più volte, da parte dell’associazione sia stata avanzata una simile richiesta nei confronti degli esponenti di Governo

«L’esito dell’inchiesta realizzata a Sacconago alcuni mesi fa ha portato il Comune a porre le fondamenta per la costruzione di una mensa a beneficio delle imprese dell’area industriale – prosegue Galli – Questa esperienza ha confermato l’importanza dell’ascolto e del confronto reciproco, a beneficio di un territorio che può crescere, anche dal punto di vista occupazionale, solo nel momento in cui comprende ciò di cui le imprese hanno bisogno per poter operare nel modo più efficiente ed efficace».

L’intero percorso di ImpresAperta (tre, in questa prima fase, le imprese coinvolte: Bbr Models di Saronno; B.Lab Srl di Gallarate e Tintoria Maino di Busto Arsizio) verrà seguito e documentato, e rappresenterà un case study da replicare. «In tal senso siamo disponibili sin d’ora ad ospitare i sindaci del territorio che vorranno avvicinarsi al mondo della produzione e delle Pmi».

Uno sforzo non inutile: in occasione delle ultime elezioni amministrative di Varese, Confartigianato Imprese aveva effettuato un sondaggio su un campione di 1.500 imprese per comprenderne priorità e bisogni. Buona parte delle aziende aveva denunciato scarsa attenzione da parte dei Comuni rispetto alle realtà imprenditoriali, sottolineando in particolare una scarsa conoscenza dell’economia reale.

TORNA SU