Cerca:
Home Dieci regole per fare affari in Germania. E tutte le altre ce le spiegano gli esperti

Dieci regole per fare affari in Germania. E tutte le altre ce le spiegano gli esperti

made-in-italyLo ha detto poco tempo fa la Bundesbank: l’economia tedesca sta crescendo e potrebbe crescere nell’immediato futuro più di quanto previsto. E con lei l’economia delle piccole e medie imprese della provincia di Varese. Che la Germania sia un valido punto di riferimento per chi vuole fare business, non è un mistero. Ma resta l’incognita – da risolvere per chi in Germania non c’è ancora stato e da chiarire per chi c’è già – di cosa si debba fare per raggiungere, o consolidare, la fetta di mercato più interessante per le diverse tipologie produttive.

Ne parliamo mercoledì 13 dicembre, dalle 9 alle 13.30, nella sede di Gallarate (in viale Milano 69) di Confartigianato Imprese Varese. Un incontro gratuito che vuole fornire ai partecipanti regole certe e consigli tecnici per “Fare affari in Germania”. Partendo da una check list preziosa, perché in dieci punti aiuta le imprese nella programmazione di quello che va fatto per poter partire con il piede giusto.

  • Informarsi sulle caratteristiche del mercato: le sue potenzialità, quello che offre e quello che chiede
  • Tenere d’occhio tutti i documenti necessari per esportare senza problemi: le disposizioni doganali, quelle legali ed economiche,
  • Usare Internet per raccogliere informazioni, documentarsi, entrare in contatto con potenziali partner commerciali
  • Conoscere almeno una lingua straniera: se non il tedesco, almeno l’inglese
  • Accettare la cultura professionale tedesca: grande importanza è data al sistema duale che fa leva su istruzione e formazione
  • Prestare particolare attenzione alle certificazioni: quella di qualità è un must ed è ormai richiesta come requisito basilare per poter lavorare con le imprese tedesche
  • Sviluppare una strategia: conoscere, pianificare, incontrare e agire
  • Non perdere di vista il marketing. Negli anni si è trasformato in leva fondamentale per qualunque impresa. Se non si ha una risorsa interna, trovare un supporto esterno
  • I contratti: definire anche i più piccoli dettagli e non lasciare nulla al caso. Il rispetto dei termini fissati dalle parti è assicurato
  • Servizio post vendita: non è sufficiente esportare sul mercato tedesco. Coccolare il cliente, soddisfare le sue esigenze, garantire un affiancamento nel tempo fa la differenza.

D’altronde il mercato tedesco ha un peso rilevante all’interno dell’economia europea e della sua stabilità, le regioni che compongono il Paese sono industrializzate, si lavora assiduamente con università e istituti di ricerca e la nazione è da considerarsi una testa di ponte per sviluppare collaborazioni interessanti verso Paesi terzi e per altri mercati. Inoltre, la Germania si conferma una piattaforma fieristica di importanza assoluta. E questo gli imprenditori, quelli che alle fiere di settore ci partecipano regolarmente, ce lo confermano.

Seminario FARE AFFARI IN GERMANIA - 13/12/17


TORNA SU