Cerca:
Home La stangata del caro-energia colpisce la voglia di ripresa delle Pmi

La stangata del caro-energia colpisce la voglia di ripresa delle Pmi

PAPERS, MONEY, CALCULATOR AND PENCIL

Nel 2018 la bolletta elettrica delle piccole imprese potrebbe aumentare fino a 1,2 miliardi di euro per effetto degli sgravi sugli oneri generali di sistema alle grandi industrie energivore previsti dalla Legge Europea varata a metà novembre dal Parlamento.
E’ l’allarme lanciato da Confartigianato con il Delegato per l’energia Eugenio Massetti il quale segnala che il costo delle agevolazioni agli energivori sarà finanziato con aumenti a carico dei piccoli imprenditori.
«Si rischia una vera e propria stangata, che si aggiungerebbe ai maggiori costi che le piccole imprese già pagano oggi a causa dell’assurda disparità di trattamento nella distribuzione degli oneri generali di sistema: consumano il 25% di energia e pagano il 35% degli oneri, per una cifra complessiva che nel 2016 è arrivata a 5,6 miliardi di euro».
Confartigianato ha quindi già espresso a tutti i livelli forte preoccupazione per gli effetti di questi rincari sulle piccole imprese in una fase in cui sono fortemente impegnate a cogliere i segnali della ripresa. «Non dimentichiamo che proprio i settori manifatturieri a maggiore concentrazione di micro e piccole imprese stanno trainando il nostro export con una crescita del 5,6% negli ultimi 12 mesi».

Per limitare il più possibile i disagi a carico delle Pmi Confartigianato prosegue l’impegno con Cenpi – Confartigianato Energia Per le Imprese, il consorzio nato per supportare le Pmi anche nell’acquisto di energia elettrica e gas a prezzi competitivi.

ENERGIA E GAS - RICHIESTA DI INFORMAZIONI CENPI


TORNA SU