Cerca:
Home Sto@2020: avanti con i bandi. Ma uniamo le risorse per sostenere le imprese

Sto@2020: avanti con i bandi. Ma uniamo le risorse per sostenere le imprese

stoSi chiama Sto@2020 – acronimo di Successful Shops in Town-centers through Traders, Owners & Arts Alliance – e da qualche tempo, per le imprese e per le attività commerciali, è diventato il bando sinonimo di rilancio. Sia delle aziende che di aree urbane in sofferenza. «Riconosciamo in Sto@2020 una caratteristica che da tempo guida anche le azioni di questa associazione, ovvero la collaborazione tra Pmi e amministrazioni pubbliche per valorizzare con uno sforzo reciproco il proprio territorio» spiega Davide Galli, presidente di Confartigianato Imprese Varese.

IMPRESE PRONTE A METTERSI IN GIOCO
Ad oggi sono tre i bandi aperti in altrettante città della provincia: Varese, Tradate e Saronno. In tutti e tre i casi, gli imprenditori interessati ad avviare, spostare o ampliare un’attività in particolari comparti dei tre centri urbani possono usufruire dei contributi a fondo perduto messi a disposizione della Regione. «La riqualificazione di particolari vie e quartieri cittadini è un interesse collettivo e le imprese sono pronte a fare la propria parte, tuttavia c’è un tema sul quale invito Regione Lombardia e amministrazioni ad aprire una riflessione per il futuro: ed è l’importo dei contributi».

PIU’ FONDI, PIU’ FORZA ALLA RIQUALIFICAZIONE
Gli importi massimi ammontano, infatti, a diecimila euro e i progetti degli imprenditori non possono scendere sotto i mille euro: «Un aiuto importante ma, a conti fatti, rafforzarne l’importo, riducendo magari il numero dei bandi, potrebbe offrire alle aziende o alle start-up una leva di interesse più significativa per dare vita a interventi di forte impatto, tenuto conto che stiamo parlando di aree in genere più difficili di altre dal punto di vista dell’attrattività».

Una revisione sulla quale riflettere in prospettiva per aumentare l’incisività dell’investimento pubblico (e di quello privato). Ad oggi restano comunque i bandi aperti e ai quali è ancora possibile aderire.

VARESE: si punta alla rivitalizzazione degli esercizi e delle attività nelle vie Robbioni e limitrofe (Del Cairo e Sacco).

Sono ammesse le spese documentate da fatture emesse nel periodo tra il 29 novembre 2016 e la data di presentazione della domanda. Le spese indicate nella domanda di richiesta del contributo devono ammontare almeno a 1.000 euro, considerando gli importi imponibili Iva. La presentazione delle domande deve avvenire entro le seguenti scadenze:

  • entro il 31 gennaio 2018
  • entro il 15 maggio 2018
  • entro il 30 settembre 2018

Per ulteriori informazioni: Scheda del bando – Varese (PDF)

TRADATE (E ABBIATE GUAZZONE): gli interventi finanziati riguardano gli spazi sfitti di corso Bernacchi, corso Matteotti, via crocefisso, via Santo Stefano, via Parini e via Cavour, via Dante Alighieri e via Vittorio Veneto.

Sono ammesse le spese documentate da fatture emesse nel periodo tra il 29 novembre 2016 e il 1 dicembre 2018. Le spese indicate nella domanda di richiesta del contributo devono ammontare almeno a 1.000 euro considerando gli importi imponibili Iva. La presentazione delle domande deve avvenire entro le seguenti scadenze:

  • entro il 15 dicembre 2017
  • entro il 31 marzo 2018
  • entro il 31 luglio 2018

Per ulteriori informazioni: Scheda del bando – Tradate (PDF)

SARONNO: gli interventi finanziati dal Bando Sto@alcentro riguardano gli spazi sfitti di piazza De Gasperi, piazza Ugo La Malfa, vicolo del Caldo, vicolo del Freddo, piazza Cardinal Schuster, vicolo Scuole, vicolo Pozzetto e corso Italia.

In questo bando il contributo minimo è di 500 euro (per progetti del valore di 1.000 euro), mentre il contributo massimo 5.000 euro (per progetti del valore di 10.000 euro). Le domande dovranno essere presentate entro 6 mesi dalla pubblicazione del bando che è stato pubblicato il 6 dicembre 2017.

Per ulteriori informazioni: Scheda del bando – Saronno (PDF)

PER RICHIEDERE ULTERIORI INFORMAZIONI E CONSULENZE IN MERITO AI BANDI, COMPILARE IL FORM


TORNA SU