Cerca:
Home Il credito a 360 gradi di QuiCredito: dal check up al bonus fiscale

Il credito a 360 gradi di QuiCredito: dal check up al bonus fiscale

Turner is working on the machine.metal processing.worker works on a lathe.Turner running on the machine. Turning work. metal processing.

Quello che più aiuta le imprese, oggi, sono i pacchetti integrati di diversi strumenti. E nel credito questo principio non fa difetto. Ma la domanda è sempre la stessa: da dove si comincia? 

FARSI CONOSCERE DALLA BANCA
Punto primo: è necessario fare chiarezza sulle proprie potenzialità e presentarsi agli istituti di credito con maggiore consapevolezza. Il check up finanziario e aziendale, lo dicono gli imprenditori, è sempre più necessario per affinare quell’approccio scientifico che serve per mettere a fuoco i propri punti di forza e pianificare meglio le proprie strategie e gli investimenti.
L’obiettivo finale non è solo quello di conoscersi, ma di farsi conoscere dagli istituti di credito. Chiarezza, progetti futuri, ordini, andamento economico: mettersi a nudo di fronte ad una banca significa dimostrare, con la forza dei numeri e della professionalità, quello di cui si è fatti per negoziare e ottenere finanziamenti alle migliori condizioni.

GARANZIA FINO ALL’80%

Qui Credito (società iscritta dal 2013 all’elenco Oam degli agenti in attività finanziaria e compartecipata dalle società di servizio di Confartigianato Imprese e dal consorzio ConfidiSystema!) è riconosciuto partner affidabile anche nel concedere una garanzia, attraverso ConfidiSystema!, che nel caso l’operazione venisse contro-garantita dal Fondo Centrale di Garanzia, può arrivare
fino all’80%.

CREDITO AGEVOLATO
Quando si parla di finanziamenti agevolati si parla di cofinanziamenti erogati con fondi pubblici ad un tasso inferiore a quello di mercato. La differenza tra i due tassi rappresenta il guadagno per l’impresa. Nel credito agevolato rientrano anche: contributo in conto capitale: la percentuale della spesa che viene restituita all’impresa come contributo che non dovrà essere rimborsato; bonus fiscale: erogato sotto forma di detrazione fiscale; credito d’imposta: rientra nella categoria del contributo a fondo perduto ed è la differenza, a credito del contribuente, tra l’imposta dovuta e quanto già pagato sotto forma di ritenute, crediti e acconti; contributo in conto interesse: calcolato sul tasso di interesse passivo pagato su un finanziamento; voucher: “buono” di valore economico da spendere per l’acquisto di beni e/o servizi determinati.

FOCUS LEASING 

VIDEOGUIDA TECNICA: IL LEASING


TORNA SU