Cerca:
Home Strategie d’estate: dal Qe di Draghi al “manager in affitto”

Strategie d’estate: dal Qe di Draghi al “manager in affitto”

quantitative_easingMario Draghi chiude l’ombrello del Qe ma, scrivono i quotidiani, qualunque preoccupazione sembra infondata. La crescita nell’Eurozona resta solida, gli acquisti di titoli proseguiranno al ritmo di 30 miliardi di euro al mese, prima di essere dimezzati a 15 miliardi a iniziare da ottobre, e al 31 dicembre il quantitative easing giungerà al termine. Il primo rialzo dei tassi non arriverà prima dell’estate inoltrata 2019. I mercati hanno reagito senza nervosismo e l’euro, come ha sottolineato Dragi, è un fattore «irreversibile».

Codice Appalti: serve una messa a punto
In questo clima di fiducia c’è chi puntualizza sul Codice Appalti. Il presidente dell’Anac (Autorità nazionale anticorruzione) Raffaele Cantone, riconosce «ritardi e criticità» sullo strumento e chiede al governo un intervento chiarificatore per correggere le norme. Bisogna escludere, però, una «retromarcia completa» per concentrarsi sulle misure di lotta alla corruzione e sulla definizione di «una legge sulle lobby e sulle fondazioni collegate alla politica». Insomma, serve una messa a punto. In tutto questo, un’attenzione particolare dovrà andare al rating delle stazioni appaltanti, per qualificare e ridurre il numero delle amministrazioni pubbliche che gestiscono gli appalti.

E-fattura in 3 mosse
Il contrasto dell’evasione fiscale trova invece nella fatturazione elettronica il suo strumento principe. I punti salienti della “manovra” sono il rinvio di 6 mesi dell’addio alla scheda carburanti (introduzione del doppio binario: e-fattura per chi è attrezzato, oppure ancora scheda carburante), la preregistrazione e il QR-Code (da oggi sono disponibili i servizi per registrare l’indirizzo telematico su cui ricevere le fatture elettroniche, e per generare il codice che permetterà al fornitore di acquisire in automatico i dati del cliente) e il rimborso delle accise per gli autotrasportatori. Questi ultimi dovranno richiedere il rilascio della e-fattura con la targa del veicolo rifornito: solo così potranno ottenere il rimborso.

Un manager “in affitto” per la digital transformation
Le “messe a punto”, però, interessano anche le imprese. “Noleggia 1 Manager” (www.noleggiaunmanager.it) è un nuovo servizio per tutte quelle piccole e medie imprese che avvertono il bisogno di studiare e sviluppare strategie di marketing in linea con la digital transformation. Tutto è nato da alcuni dati Inps e Istat: solo il 5,9% delle aziende assume personale altamente qualificato e manageriale e il 66% delle Pmi ha un familiare come manager, anteponendo il fattore della “relazione” a quello della competenza. Tra gli obiettivi della piattaforma: trovare strade per lo sviluppo di idee e progetti innovativi, fornire informazioni finanziarie, fiscali e tecniche, programmare processi manageriali e comunicativi per aumentare la capacità produttiva dell’azienda e aiutarla a fare “rete” con professionisti e altre aziende.

Giovani varesini, imprenditori talentuosi
In provincia di Varese, secondo i dati della Camera di Commercio di Milano, sono 522 le aziende con titolari giovanissimi con età compresa tra i 18 e i 24 anni. Nei primi tre mesi dell’anno sono già 95 le nuove nate. Tra le ragioni di questa scelta, la voglia di mettersi in gioco per trovare strade alternative ad un mercato del lavoro stagnante.

TORNA SU