Cerca:
Home Design e macchine utensili, uniti conviene: più competitivi con Faberlab e Design Group

Design e macchine utensili, uniti conviene: più competitivi con Faberlab e Design Group

500x262_fb_design-e-macchine-utensiliDesign e macchine utensili: parliamone. Anzi. Proviamo a capire perché, insieme, possono rappresentare un plusvalore per i clienti (e, si sa, il valore è ciò che chiunque di noi è davvero disposto a pagare). L’occasione per approfondire il tema la offrono Faberab in collaborazione con Design Group Italia in occasione dell’incontro “Il design e le macchine utensili: un connubio possibile?” in programma giovedì 29 novembre dalle 20.30 alle 22.30 nella sede del digital innovation hub (viale Europa 4/A – Tradate).

Design Group, con i suoi settanta dipendenti di 16 diverse nazionalità, lavora tra Milano e New York con le migliori imprese del mondo fornendo soluzioni di progettazione strategica che combinano il pensiero creativo con la gestione di un progetto su misura per le esigenze di ogni singolo cliente.

Il prodotto “sartoriale” (customizzato, come si dice più correttamente) è proprio ciò che distingue una piccola e media impresa, rendendola competitiva sul mercato. A raccontare esperienze e case history di cinquant’anni di lavoro nel segno dell’impresa competitiva e del design, e a fornire spunti per gli imprenditori del territorio, saranno Christopher Schutte, director di Design Group Italia e Pasquale Cirulli, sr. designer di Design Group Italia.

L’incontro si inserisce nel solco del progetto Faberlab Design lanciato dall’hub di Confartigianato Imprese Varese nel marzo scorso e consente di rafforzare l’obiettivo di fondo: portare il design nella piccola e media impresa associandolo al suo significato più estensivo, slegato dall’ormai superato assioma di forma, per arrivare al concetto di sostanza del prodotto.

Usabilità, funzionalità, semplicità e originalità sono le fondamenta del design industriale che, applicato alle macchine utensili, significa aprire le porte alle innovazioni nel settore, garantendo ulteriore vantaggio competitivo per le imprese. Un upload non da poco in un Paese come l’Italia che conserva orgogliosamente il quarto posto tra i produttori mondiali di macchine utensili, specie perché le tecnologie digitali combinate al design (si pensi alle interfacce di comunicazione) saranno il paradigma dei prossimi anni. Quindi, come si usa dire in questi casi, chi prima comincia…

Acquisire nuove nicchie di mercato e differenziare il proprio da tutti gli altri prodotti. Questo è, oggi, essere un’impresa del settore macchine utensili competitiva e “differente”. E il design è ciò che sottolinea la differenza, esalta l’efficienza operativa, valorizza l’ergonomia dell’impiego e massimizza la sua riconoscibilità.

TORNA SU