Cerca:
Home #Nonseidasola: dalla parte delle donne. Sempre

#Nonseidasola: dalla parte delle donne. Sempre

foto_nonseidasola#Rassegnastampa

#NONSEIDASOLA: NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE
Stalking (anche in dimensione cyber), violenza psicologica offline e online, revenge porn: secondo l’Onu, la violenza sulle donne è «una violazione dei diritti umani tra le più diffuse e persistenti». Domenica 25 novembre si celebra la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. E il sistema Confartigianato Imprese non mancherà all’appello, a partire dal Movimento Donne Impresa lombardo. Sarà questo a partecipare alla giornata con una campagna social dedicata, in linea con la campagna di Regione Lombardia #NONSEIDASOLA. Ricordiamo che ogni giorno, i Movimenti Donna di tutte le Confartigianato si impegnano per liberare le donne dalla violenza in ogni sua forma, nel rispetto della persona e dei suoi diritti, e contrastando gli stereotipi di genere che sono alla base di una visione errata nella società.
Istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, la data del 25 novembre è stata fissata per ricordare quello stesso giorno in cui le sorelle Mirabal – Patria, Minerva e Maria Teresa – vennero brutalmente torturate e uccise dai servizi segreti del dittatore della Repubblica Dominicana Rafael Leónidas Trujillo. Da quel 25 novembre del 1960, “Las Mariposas” (le farfalle, nome di battaglia delle tre donne) divennero icona di libertà e opposizione alla violenza. Tante le iniziative in provincia di Varese.

WELFARE AZIENDALE: VALORE, E BENESSERE, AL CENTRO
Lo Stato si ritira, avanzano le imprese nella loro relazione sempre più stretta con dipendenti e collaboratori. Ed è nell’azienda che sempre di più maturano iniziative di welfare e conciliazione vita-lavoro finalizzate a rispondere a bisogni quasi inimmaginabili anche solo fino a qualche anno fa. Confartigianato Imprese Varese ne ha parlato il 6 novembre a Saronno (La flessibilità organizzativa per l’equilibrio vita-lavoro) e martedì 20 novembre a Gallarate nel secondo dei tre incontri promossi dalla nostra Associazione nell’ambito della Rete Territoriale di Conciliazione vita-lavoro coordinata da Ats Insubria. E il terzo workshop è già in calendario, a chiusura di un percorso culturale e formativo quasi inedito sul territorio: l’appuntamento è per martedì 4 dicembre dalle 16 alle 20 nella sede di Confartigianato Imprese Varese (viale Milano 5, Varese) con un focus su “Contrattazione territoriale e accordi di secondo livello”.

#BLACKFRIDAY: L’E-COMMERCE NON VEDE “NERO”
Oggi è il #blackfriday: il “venerdì nero” che promette interessanti promozioni commerciali e che nasce in America, nel 1924, grazie alla catena di distribuzione Macy’s. Il mondo è cambiato, e oggi basta un click su qualunque sito di e-commerce per vedersi recapitare comodamente a casa il “bottino” super scontato. Però la gente, ancora oggi, non manca di assalire fisicamente negozi e centri commerciali. Secondo i dati diffusi dall’Ufficio Studi di Confartigianato Imprese, nei primi nove mesi del 2018 il valore delle vendite al dettaglio ristagna, con una variazione del -0,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il dettaglio per forma distributiva evidenzia la tenuta della grande distribuzione (+0,8%), mentre calano le vendite delle imprese operanti su piccole superfici (-1,6%). All’opposto si osserva un marcato dinamismo delle vendite in e-commerce che salgono del 10,3%; nell’arco dell’ultimo triennio (2015-2018) la crescita delle vendite dell’e-commerce arriva al 30%. Nel 2017, il 53% degli utenti internet ha acquistato on line.

LE PMI E L’E-COMMERCE: TREND IN CRESCITA
Nel 2017 è dell’11,4% la quota delle piccole imprese vende sulla Rete
. Pur con un ritardo rispetto ai principali paesi UE, l’Italia presenta un apprezzabile dinamismo con le piccole imprese che vendono attraverso il canale dell’e-commerce, nell’ultimo anno in salita del 13,6%. Le imprese che vendono via web nell’81,2% dei casi utilizza siti web o app dell’impresa, ma più di una su due (53,8%) utilizza piattaforme di eCommerce di terzi (emarketplace) o app utilizzati da più imprese. Il crescente peso assunto dalle grandi piattaforme di intermediazione di beni e servizi, in particolare, ha richiesto interventi legislativi in materia fiscale (web tax) in relazione agli squilibri tra ricavi e prelievo fiscale, come ben documentato dall’analisi dell’Ufficio parlamentare di bilancio su elusione ed imprese digitali.

TORNA SU