Cerca:
Home Bottega storica: chiedi il riconoscimento e accedi agli incentivi

Bottega storica: chiedi il riconoscimento e accedi agli incentivi

negozi_bottega_720Quarant’anni: è questo il periodo di tempo continuativo (la sospensione non superiore a un anno non viene considerata interruzione di continuità), che Regione Lombardia pone come requisito base per poter chiedere il riconoscimento regionale di negozio o locale storico. Da oggi, la richiesta può essere presentata anche dalle botteghe artigiane storiche (per l’insegna storica e di tradizione sono richiesti, però, almeno 75 anni di attività).

L’estensione del riconoscimento è stata motivata dalla funzione economica e sociale da sempre ricoperta dalle imprese artigianali.

COSA SI INTENDE PER ATTIVITÀ STORICHE

  • I negozi intesi come unità locali che svolgono attività di commercio al dettaglio in sede fissa
  • I locali intesi come unità locali esclusivamente o, prevalentemente, dedite alla ristorazione o alla somministrazione di alimenti e bevande
  • Le botteghe artigiane intese quali unità locali che svolgono la vendita diretta al dettaglio di beni o servizi, con vetrine poste su strada o situate al piano terreno degli edifici.

Nello stesso tempo è importante la combinazione di fattori legati fra loro. A quelli appena considerati, si aggiungono:

  • La continuità dell’insegna e della merceologia offerta
  • La collocazione in strutture architettoniche, artistiche e decorative di pregio, nonché in contesti urbani di particolare interesse
  • Il mantenimento di attrezzature storiche
  • L’espressività sociale, economica e culturale dell’offerta e dell’ambientazione in stretta coerenza con il contesto locale.

L’ISCRIZIONE ALL’ELENCO REGIONALE
Il riconoscimento e l’iscrizione nell’elenco regionale delle attività storiche e di tradizione è di competenza di Regione Lombardia su proposta delle CCIAA, degli enti locali, delle associazioni di rappresentanza delle imprese e le associazioni dei consumatori.
Alle imprese iscritte nell’elenco regionale viene conferito il marchio identificativo. Il riconoscimento di attività storica e di tradizione, e l’iscrizione nell’elenco regionale, sono legati al mantenimento della destinazione d’uso dei locali, delle caratteristiche morfologiche delle vetrine, dell’insegna, degli arredi e della stessa tipologia della merceologia offerta presenti al momento dell’iscrizione nell’elenco, anche nel caso di restauri conservativi e di interventi di rinnovo parziale o totale, qualora necessari.

I FONDI A DISPOSIZIONE
L’iscrizione nell’elenco è requisito necessario per accedere alle misure di sostegno per le quali sono stati stanziati, per il triennio 2019 – 2021, 3.400.000 euro.

LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE PER IL RICONOSCIMENTO
Le proposte di riconoscimento possono essere presentate in ogni momento dell’anno:

  • Entro il 15 febbraio per il provvedimento di riconoscimento che la Direzione competente per materia approva di norma entro il 15 marzo di ogni anno
  • Entro il 15 settembre per il provvedimento di riconoscimento che la Direzione competente per materia approva di norma entro il 15 ottobre di ogni anno.

QUANDO PRESENTARE LE DOMANDE
In fase di prima applicazione le proposte possono essere presentate dalle ore 12.00 del 18 giugno alle ore 12.00 del 15 settembre 2019. Le proposte devono essere compilate mediante il servizio Attività storiche, disponibile sulla piattaforma MUTA – Modello Unico Trasmissione Atti al seguente indirizzo: http://www.muta.servizirl.it/ Il servizio Attività storiche sarà operativo a partire dal 18 giugno 2019.

SCARICA LA SCHEDA DEL BANDO (PDF)

PER SAPERNE DI PIÙ

Per approfondimenti:
Regione Lombardia

Per la presentazione della domanda di riconoscimento e l’iscrizione all’elenco regionale rivolgersi a Micaela Cattaneo (micaela.cattaneo@asarva.org  tel. 0332.256203) o compilare il modulo per essere ricontattati.


TORNA SU