Cerca:
Home FaceApp: vecchi o giovani, fate attenzione alla privacy

FaceApp: vecchi o giovani, fate attenzione alla privacy

foto_faceapp#Sceltipervoifoto_faceapp

VECCHI, O PIU’ GIOVANI, SOLO PER GIOCO? ATTENZIONE ALLA PRIVACY
Negli ultimi giorni, FaceApp ha sfondato gli 80 milioni di download. Star, vip, gente comune sta giocando a farsi vecchia o più giovane. Rischiando. Perché la tutela della privacy sembra essere in serio pericolo. Il Post (www.agi.it), scrive che «FaceApp lavora l’immagine in cloud, o meglio, sul server dell’azienda sviluppatrice, che è originaria di San Pietroburgo. La Wireless Lab OOO, l’azienda che sviluppa il sistema, avrebbe diritti pressoché illimitati sulle informazioni caricate dagli utenti. Anche se il suo amministratore delegato, Yaroslav Goncharov, in un’intervista al Washington Post ha detto che l’unico materiale raccolto da FaceApp è quello che l’utente sceglie di caricare e che “la gran parte” delle immagini vengono cancellate dal server entro 48 ore».
Un’altra riflessione: «Se Wireless Lab OOO è stata fondata a San Pietroburgo, questa risulta registrata nel Delaware, come ricostruito da Wired. Ma i server utilizzati in realtà sarebbero quelli di Amazon, fisicamente situati tra il Canada e gli Stati Uniti. Quindi è probabile che nessuna delle immagini caricate dagli utenti finisca davvero in Russia, o almeno questo non sarebbe richiesto per il funzionamento del servizio». Il consiglio che dà “Il Post” è questo: «Se ancora non abbiamo utilizzato l’app che invecchia il volto, mostriamo un po’ di prudente saggezza ed evitiamo di fornire dati al primo servizio che diventa virale».
Nel frattempo il Partito Democratico americano ha «fatto formale richiesta all’Fbi e alla Federal Trade Commission (Ftc, l’ente governativo per la tutela dei consumatori) di compiere un’approfondita indagine sul funzionamento dell’app».
Redazione – www.agi.it

TORNA SU