Cerca:
Home C’è chi guarda a Nord e chi a Est, ma sempre dalla provincia di Varese si parte

C’è chi guarda a Nord e chi a Est, ma sempre dalla provincia di Varese si parte

foto_collage_varese#RassegnaStampa

LA PROVINCIA DI VARESE SOTTO OSSERVAZIONE
Il quotidiano “La Prealpina” cita un’analisi della Fondazione Edison sui cambiamenti della geografia industriale: un tempo racchiusa nel triangolo Torino-Genova-Milano, oggi protagonista di un cambiamento importante che vede Bologna e Treviso prendere il posto delle prime due. Nell’area della Lombardia Nord-Est, resiste Milano ma c’è anche Varese, «con il suo patrimonio industriale e la sua capacità di export riconosciuta a livello nazionale».

Il 13 marzo 2019, alle Ville Ponti di Varese, Confartigianato Imprese Varese e The European House Ambrosetti hanno presentato lo studio dal titolo “La provincia di Varese, scenari di futuro: azioni strategiche per lo sviluppo vincente del territorio”. L’obiettivo è quello di arrivare ad una visione aggregante per sollecitare e sostenere lo sviluppo della nostra provincia nel più ampio contesto dell’area Pedemontana, della Lombardia e della macro-area del Nord Ovest. Si rende fondamentale individuare i progetti portanti per la crescita economico-sociale e creare le condizioni per superare da un lato il “provincialismo” e, dall’altro, rafforzare le relazioni con il sistema Lombardia e le province limitrofe.

D’altronde, le tante diversità di cui si compone questo territorio sono un suo punto di forza, ed è per questo che dobbiamo far conoscere le sue positività per farle diventare un esempio. La guerra spietata dell’attrattività, oggi, si combatte con le tre “T”: Tecnologia, Talenti, Tolleranza. Lo studio si è concentrato sull’analisi di sette mega trend: disruption tecnologica, nuove conoscenze e competenze, nuovi modelli di comunicazione, sostenibilità, cambiamenti socio-demografici, globalizzazione 2.0, urbanizzazione.

Ma “La Prealpina” non manca di ricordare i dieci punti di forza, contenuti nella ricerca di Confartigianato e Teh Ambrosetti, che fanno di Varese un territorio dalle alte potenzialità grazie alla presenza di specializzazioni industriali d’eccellenza, l’alta densità d’impresa, i centri di ricerca scientifica, la bilancia commerciale in attivo, le tante infrastrutture, il benessere diffuso, gli investimenti nel green, l’efficienza della pubblica amministrazione, i suoi siti Unesco e la vocazione per lo sport. Il confronto è aperto.

BANDI ARCHE’, FABER E LEGGE SABATINI: LE ULTIME NOVITA’
Il periodo estivo non è solo periodo di ozio ma anche di programmazione per il rientro dalle vacanze. Allora diamo un’occhiata alle ultime novità riguardanti alcuni Bandi e la legge Sabatini:

  • Bando Archè: 16 milioni di euro suddivisi in Misura A e Misura B. Il Bando sostiene le start up nelle loro fasi di avviamento e consolidamento. Presentazione delle domande a partire dal 2 ottobre,
  • Bando Faber: è stato riaperto con una dotazione aggiuntiva di 5 milioni di euro. Ora sono stati riaperti i termini per potervi accedere: dal 5 settembre si riparte. Sostiene le imprese che investono per ottimizzare e innovare i processi produttivi,
  • Legge Sabatini: secondo l’ultima stima fornita a metà luglio, sono ancora disponibili circa 302 milioni di euro di risorse «senza considerare le prenotazioni avvenute nel frattempo rispetto all’ultima rilevazione ministeriale», scrive Italia Oggi. Il limite massimo è stato aumentato a 4 milioni di euro, e questo permette alle Pmi che investono sul territorio di richiedere finanziamenti di importo più elevato». Per quanto riguarda le modalità di erogazione, il Ministero per lo Sviluppo Economico (Mise) ha precisato che «considerando l’entrata in vigore del Dl Crescita, a partire dallo scorso 1° maggio le domande di agevolazione presentate da tale data alle banche e agli intermediari finanziari – prosegue Italia Oggi – saranno comunque accettate dal Mise anche qualora comportino in via cumulata il superamento del precedente limite di finanziamento di 2 milioni di euro, anche se presentate con il precedente modulo di domanda». In ultimo, i finanziamenti fino a 100mila euro verranno erogati in un’unica soluzione: «Le imprese, quindi, non dovranno più attendere fino a sei anni per riscuotere l’intera agevolazione».

E VOI DOVE ANDRETE IN VACANZA? SEGUITECI: NE LEGGERETE DELLE BELLE!
Storie, tante storie. Diverse, avvincenti, divertenti, curiose. Storie di imprenditori al di fuori dell’impresa; di famiglie e figli; di passioni e hobby. Storie umane che abbiamo deciso di raccontare in questo periodo estivo per allietare chi sarà sotto l’ombrellone o sulle alte vette. E questa volta non si tratta di storie di impresa: come è fatto questo o quello, gli investimenti, le sfide con i mercati esteri o la lotta quotidiana sul fil di lana. Abbiamo scavato nell’animo umano, perché nei nostri continui spostamenti tra un territorio e l’altro, abbiamo raccolto qualcosa di più. Qualcosa che vale la pena condividere. Allora seguiteci su www.asarva.org e sulla pagina Facebook di Confartigianato Imprese Varese: ne leggerete delle belle…

TORNA SU