Cerca:
Home Frena la locomotiva tedesca: allarme rosso per l’export made in Italy

Frena la locomotiva tedesca: allarme rosso per l’export made in Italy

antriebsstange-blasen-achse-br-38-289666Frena la Locomotiva dell’economia tedesca e trema la manifattura italiana che ha, nella Germania, la capitale delle esportazioni. A suonare il campanello d’allarme sono le previsioni estive della Commissione Europea che collocano agli ultimi posti per crescita sia la Germania (+0,5%) che l’Italia (0,1%), Paesi molto lontani dalla media di 1.2% dell’Eurozona. Su questo andamento, in entrambi i casi, pesa la frenata della produzione industriale. E il problema inizia a farsi serio e preoccupante.

Nel dettaglio, per l’Italia a giugno 2019 si stima che l’indice della produzione manifatturiera diminuisca dello 0,4% rispetto a maggio. Nella media del secondo trimestre il livello della produzione diminuisce dello 0,7% rispetto al trimestre precedente.

Nei primi sei mesi dell’anno la produzione manifatturiera scende dell’1,2%, appesantita da cali marcati nella fabbricazione di mezzi di trasporto (-4,1%), nel tessile, abbigliamento, pelli e accessori (-2,9%) metallurgia e prodotti in metallo e legno e carta (entrambe con -2,6%). Per raggruppamento l’indice scende del 2,2% per i beni intermedi, dello 0,8% per i beni strumentali e dello 0,3% i beni di consumo durevoli; tengono i beni di consumo non durevoli (+0,2%).

Unici comparti in positivo sono alimentare, bevande e tabacco e Altre industrie manifatturiere, riparazione e installazione di macchine ed apparecchiature (entrambi con +2,2%); crescita zero per la chimica e ribassi contenuti entro il punto percentuale per prodotti farmaceutici e fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (entrambi con -0,3%) e fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (-0,2%).

In questo contesto, preoccupa anche di più la frenata della locomotiva tedesca, prima economia manifatturiera dell’Unione europea: l’analisi dei dati sulla produzione industriale pubblicati dall’Ufficio europeo di statistica evidenzia che nel giugno 2019 l’attività nel settore manifatturiero in Germania scende dell’1,8% rispetto al mese precedente e addirittura del 6,1% rispetto ad un anno prima: era da fine 2009 che la produzione tedesca non presentava un calo tendenziale così profondo. Nel complesso dei primi sei mesi dell’anno la produzione manifatturiera, corretta per i giorni lavorativi, in Germania cala del 3,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Rimane positivo il trend manifatturiero della prima metà 2019 per Spagna (+1,4%) e Francia (+1,0%).

TORNA SU