Cerca:
Home Pedemontana, finiti gli sconti sulle tangenziali per i mezzi pesanti

Pedemontana, finiti gli sconti sulle tangenziali per i mezzi pesanti

code-tra-tangenziale-e-pedemontana-574299-610x431È stata una fase sperimentale e nulla di più. Autostrada Pedemontana Lombarda (APL), infatti, ha deciso – la comunicazione è avvenuta con una nota stampa del 31 luglio 2019 – di mettere fine agli sconti (anche fino al 50%) per i mezzi pesanti che transiteranno sulle tangenziali di Varese e Como. Autoveicoli con rimorchio e furgoncini (veicoli di classe 2), furgoni, camion e pullman (classe 3), Tir e camion con rimorchio (classe 4) non potranno più usufruire dell’agevolazione. Che, lo ricordiamo, era stata introdotta nel mese di febbraio 2019 proprio per «incentivare l’utilizzo delle tangenziali da parte degli autotrasportatori, alleggerendo così il traffico che grava sulla viabilità ordinaria» – aveva fatto sapere APL – e che era stata accolta da Confartigianato Imprese Varese, nella figura del suo presidente Davide Galli, come «un provvedimento di buonsenso, perché finalmente si scommetteva su un’arteria capace di migliorare la competitività del sistema economico, di accelerare gli spostamenti e contenere il traffico pesante sulle strade provinciali».

RIMANGONO LE RIDUZIONI PER TRANSITI FREQUENTI
La decisione di Andrea Mentasti – l’allora presidente varesino della APL; ora il numero uno è l’ex ministro Roberto Castelli – andava proprio in questa direzione su sollecitazione non solo di Confartigianato ma anche dei sindaci del territorio: spostare il traffico di mezzi dalla SP57 di Gazzada-Lozza sulla tangenziale di Varese (quei 4 chilometri che vanno da Gazzada al Ponte di Vedano). Autostrada Pedemontana Lombarda aggiunge che «rimarrà la promozione riservata agli automobilisti che viaggiano di frequente sulla rete autostradale di APL (A36, A59 e A60) utilizzando i sistemi di pagamento automatici Telepass e Conto Targa.

In questo caso lo sconto previsto è del 20% sul pedaggio generato dal sesto giorno di transito nell’arco dello stesso mese solare (non è necessario che i giorni di transito siano consecutivi). Le agevolazioni hanno cadenza mensile: alla fine di ogni mese solare il conteggio dei giorni viene automaticamente azzerato. Ogni mese, quindi, per beneficiare dello sconto è necessario transitare nuovamente più di 5 giorni».

Ricordiamo che la Pedemontana resta uno snodo fondamentale per «bypassare il nodo milanese, che ogni giorno costringe molti imprenditori e autotrasportatori ad antieconomici incolonnamenti, e al completamento della direttrice A60 in direzione Canton Ticino», aveva sottolinea il presidente Davide Galli. Un contributo all’ambiente, alla viabilità ordinaria, al territorio, agli autotrasportatori e agli imprenditori in generale. E una rapida (si spera) accelerazione ad un’opera che «continuiamo a ritenere strategica».

VARESE E’ UNA PROVINCIA GREEN
Sul fronte della mobilità, però, arriva anche una notizia positiva: «Varese è il quarto comune in Italia, e il secondo in Lombardia, per il numero di auto elettriche e ibride in rapporto al totale dei mezzi circolanti». A dirlo è uno studio dell’Automobile Club d’Italia (Aci) basato sui dati del “parco auto” nei capoluoghi di provincia italiani nel 2018.

Un risultato d’eccellenza che premia la scelta del Comune cittadino, da anni impegnato in una «trasformazione sostenibile in grado di fare di Varese una città con un futuro sempre più green». La classifica Aci vede, al primo posto, Bologna con il 2% di auto ibride e elettriche sul totale delle vetture in circolazione. Subito dopo si trova Trento con l’1,93%, Milano con l’1,67% e poi Varese. In un solo anno, nella nostra città il numero delle vetture “green” è quasi raddoppiato raggiungendo quota 1.117. Insomma, la trasformazione è in atto e le campagne di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini stanno portando a risultati importanti sui quali insistere.

TORNA SU