Cerca:
Home Gallarate, strategie per crescere. E ora puntiamo dritti su Luino

Gallarate, strategie per crescere. E ora puntiamo dritti su Luino

75369154_3185752244833603_5300247946892148736_oIn una fra le città dove il manifatturiero batte forte, e dove la tradizione tessile è ancora viva ma sta lasciando spazio alle nuove conquiste della tecnologia (le start up non mancano e sono particolarmente frizzanti), si parla di parchi. Si è aperta così, l’altra sera, la tappa di Gallarate – nella sede di Confartigianato Imprese Varese – di Territori in tour: affrontando le tematiche ambientali, perché il gallaratese non è solo una culla dell’imprenditoria. Anzi, il Centro Parco “Cascina Monte Diviso”, in località Caiello, è una struttura multifunzionale e tecnologicamente avanzata sulla quale si è investito, e tanto, tenendo presente la sfida della sostenibilità: qui non si produce un solo grammo di Co2.

Il racconto di quello che è il territorio di Gallarate, di ciò che rappresenta per imprenditori e cittadini e di quello che potrà diventare nel prossimo futuro, prende piede. Il presidente di Confartigianato Imprese Varese, Davide Galli, e il direttore di Varesenews Marco Giovannelli (Territori in tour è un progetto realizzato con la collaborazione del quotidiano on line) sottolineano che «la bontà di questo viaggio in provincia di Varese sta proprio nel voler raccontare qualcosa che ci potrebbe essere. Lasciarsi stimolare dalle ricerche che già ci sono sul territorio, dalle conoscenze che già si sono accumulate in questi ultimi anni e di attivarne altre. Insomma, dobbiamo cercare di capire cosa sta accadendo perché la provincia di Varese è viva, ma è anche fortemente differenziata».

E’ Davide Galli a rimarcare, infatti, quanto «Gallarate, con Busto Arsizio e Saronno, tenda verso Milano spingendo sulla sua forte vocazione manifatturiera. Simili i territori nelle potenzialità ma anche nei problemi come, per esempio, il recupero delle aree dismesse. Un viaggio, questo, che affronta le paure in modo lento senza attaccarsi all’urgenza dei fatti di cronaca. Anzi, è proprio questo il vantaggio di Territori in tour: prendersi il proprio tempo per scavare, e scavare ancora in quello che è Gallarate e i suoi attori. Con fiducia e cooperazione, perché a far paura non è tanto la crisi quanto quell’incertezza che genera sfiducia in tutti noi». Ecco perché il numero uno dell’Associazione varesina ritiene che «Territori in tour proponga una “visione del cuore” di quello che è la nostra provincia. Un racconto fatto di volti, di luoghi, di lavoro, di gente che si mette in gioco e che vive appassionatamente il territorio».

Di fronte a più di cento imprenditori, la mappa del gallaratese ha preso forma attraverso quella «mescolanza di situazioni» ricordate più volte dal direttore Marco Giovannelli: «Sul territorio accadono sempre tante cose insieme, così sta a noi capire come cambierà Gallarate anche se il cambiamento, in provincia, è già stato colto. Certo, non basta prenderne atto: serve un piano territoriale più ampio, e non solo legato al come di appartenenza».

gallarate - territori in tour 14-11-2019

Gli fa eco Davide Galli, che invita gli amministratori comunali «ad avere più coraggio, perché Gallarate è un punto nevralgico che si collega al mondo: ha una sola stazione ma si arriva ovunque, è il territorio di Malpensa, è la città dei grandi marchi che dalla Svizzera si trasferiscono qui perché hanno capito che ci sono le giuste condizioni per fare impresa. Quindi, perché non insistere su una interconnessione logistica ancora maggiore e su un piano di marketing territoriale?».

Il sasso è stato lanciato, e si è già pronti per la prossima tappa: giovedì 21 novembre, alle 20.30, nello splendido Palazzo Verbania (viale Dante Alighieri) a Luino. Una città che, tra tutte quelle visitate fino ad oggi, rappresenta un’eccezione perché non è la quinta città del territorio provinciale ma è un punto di riferimento per l’area Nord della provincia di Varese. Il primo problema da affrontare? La realizzazione di una rete di collegamenti che rendano la città facilmente raggiungibile.

Nel corso della serata è previsto un confronto con gli attori territoriali e verrà proiettato un docufilm che riassume gli spunti più significativi emersi dal viaggio compiuto la scorsa estate.

500x262_fb_territori-in-tour_luino

ISCRIVITI ALLA TAPPA DI LUINO


TORNA SU