Cerca:
Home Mettersi in Proprio, confrontiamoci con gli esperti: appuntamento a Officina C@ffè

Mettersi in Proprio, confrontiamoci con gli esperti: appuntamento a Officina C@ffè

500x262_fb_mettersi-in-proprio-2019Avere un’idea e metterla a confronto con chi ha già dimostrato di saper trasformare un progetto in business. Ci proveranno i sei protagonisti della prima edizione di Support and go, il percorso di alta formazione promosso lo scorso anno da Confartigianato Imprese Varese e Fondazione San Giuseppe nell’ambito del progetto Giovani di Valore.

A loro l’onere – e l’onore – di dimostrare di avere la stoffa per avviare, strutturare o prendere in mano una azienda e, soprattutto, di fare da apripista per scoprire quali sono le caratteristiche più adatte per diventare davvero imprenditore.

L’occasione si presenterà giovedì 28 novembre in occasione della prima serata pubblica e gratuita del nuovo ciclo di incontri per neoprofessionisti in programma nella sede di Officina C@ffè a Venegono Inferiore (via Mauceri 28, ore 18.30/20.30).

IN GIURIA I GIOVANI IMPRENDITORI
“Mettersi in proprio X far crescere le idee”
è il titolo dell’appuntamento promosso grazie a una collaborazione tra Confartigianato Varese, Fondazione San Giuseppe, ambito distrettuale di Tradate, Rete Giunca, Solidarietà&Servizi, Naturart, Sos Malnate e Csv Insubria con la collaborazione del comune di Venegono Inferiore.

Due i momenti cardine dell’incontro: nel corso del primo, i sei partecipanti alle 48 ore di formazione targata Support and Go rappresenteranno la propria idea di impresa a una giuria composta dal Gruppo Giovani Imprenditori e dagli esperti del servizio “Mettersi in Proprio” di Confartigianato Imprese Varese. Un confronto, franco e costruttivo, che consentirà ai presenti di cogliere spunti e suggerimenti utili per avviare, o rafforzare, un’impresa.

La seconda parte sarà, invece, dedicata alle domande del pubblico, che potrà sollecitare i Giovani Imprenditori e i tecnici dell’associazione, entrando nel merito di ciò che significa avviare un’impresa, sia dal punto della programmazione che degli adempimenti pratici e finanziari.

Una selva nella quale non è sempre facile orientarsi, tanto più quando la voglia di partire è tanta ma i tempi della burocrazia non lo sono altrettanto. Tra l’altro, ascoltare sei storie di (futura) impresa potrà offrire spunti e suggerimenti utili a partire con il piede giusto, senza mettere a rischio capitali e tempo, oggi considerato più prezioso dell’oro.

ALLA RICERCA DELL’X FACTOR
A mettere in gioco sé stessi e la propria voglia di diventare imprenditore di sé stesso saranno Maureen Fachinetti, titolare di una startup attiva nel settore della moda; Paola Bongio, che si prepara a lanciare una nuova attività; Neverwas Radio, startup che coinvolge quattro giovani e brillanti neoimprenditori; Michela Estrafallaces, che sta curando il lancio di nuove esperienze imprenditoriali; Luca Ballarin, seconda generazione di impresa, che ha scelto Support and Go per preparare il proprio inserimento in azienda e Giulia Oldani, anche lei alla seconda generazione, pronta a subentrare in azienda assieme ai fratelli.

«Cercheremo di trovare l’XFactor delle nuove imprese e degli imprenditori con l’aiuto del nostro gruppo Giovani e, al contempo, tenteremo di offrire a chi parteciperà all’incontro suggerimenti utili ad avviare una propria esperienza imprenditoriale attraverso una modalità nuova e aperta» spiega Pietro Resteghini, servizio formazione delle Imprese di Confartigianato Imprese Varese che, il 12 dicembre, salirà invece in cattedra per il primo dei quattro incontri di Officina delle Idee, il vero e proprio percorso formativo e tecnico dedicato all’autoimprenditorialità del territorio del Tradatese (e non solo).

Sede degli incontri – che proseguiranno poi nel mese di gennaio (16-23-30) – sarà sempre Officina C@ffè, trasformata in una sorta di base operativa per l’occupabilità e il lavoro. Per i giovani e non solo per loro.

ISCRIVITI ALLA SERATA METTERSI IN PROPRIO X FAR CRESCERE LE IDEE


TORNA SU