Cerca:
Home Fisco: in arrivo le lettere “di compliance” che confrontano esterometro e IVA

Fisco: in arrivo le lettere “di compliance” che confrontano esterometro e IVA

agenzia-delle-entrate-immPer stimolare l’assolvimento degli obblighi tributari e favorire l’emersione spontanea delle basi  imponibili (compliance), l’Agenzia delle Entrate sta inviando le lettere che evidenziano ai soggetti passivi Iva, le informazioni derivanti dal confronto tra le fatture elettroniche emesse e le operazioni transfrontaliere comunicate dal contribuente, attraverso il cosiddetto Esterometro e le Comunicazioni liquidazioni periodiche Iva.

In particolare, sono messe a disposizione le informazioni dalle quali emerge che, relativamente al periodo considerato (ad esempio: il trimestre), risultano emesse fatture elettroniche o comunicate operazioni transfrontaliere e non risulta pervenuta alcuna Comunicazione liquidazioni periodiche Iva.

Una volta ricevuta la “lettera di compliance” i contribuenti interessati possono: comunicare all’Agenzia delle Entrate il motivo della “incongruenza” rilevata oppure regolarizzare gli errori e/o omissioni commesse mediante il ravvedimento, beneficiando della riduzione delle relative sanzioni.

CONTENUTO DELLA LETTERA DI COMPLIANCE

La comunicazione (lettera di compliance) relativa alle anomalie rilevate contiene le informazioni di seguito elencate:

  • codice fiscale, denominazione, cognome e nome del contribuente;
  • numero identificativo della comunicazione, anno d’imposta e trimestre di riferimento;
  • codice atto, da riportare nel modello di pagamento F24, in caso di versamenti collegati all’anomalia segnalata;
  • modalità di consultazione degli elementi informativi di dettaglio relativi all’anomalia riscontrata;
  • invito a fornire chiarimenti e idonea documentazione, anche tramite il canale di assistenza CIVIS, nel caso in cui il contribuente ravvisi inesattezze nei dati delle fatture in possesso dell’Agenzia delle Entrate o intenda comunque fornire elementi in grado di giustificare la presunta anomalia.

La comunicazione viene trasmessa tramite PEC all’indirizzo del contribuente. La stessa comunicazione e le relative informazioni di dettaglio sono consultabili dal contribuente nel portale “Fatture e Corrispettivi”, nella sezione “Consultazione”, area “Fatture elettroniche e altri dati Iva”.

TORNA SU