Cerca:
Home Domotica, dalla teoria alla pratica. A Busto Arsizio un incontro con le imprese

Domotica, dalla teoria alla pratica. A Busto Arsizio un incontro con le imprese

940x788_fb_domotica_22-01-2020“Dalla teoria alla pratica, la domotica entra in azienda”: parliamone e, soprattutto, traduciamo davvero nel concreto la teoria in pratica. L’appuntamento con le aziende del settore casa (impiantisti e costruttori) è per mercoledì 22 gennaio dalle 18.15 nella sede di Confartigianato Artser a Busto Arsizio (via Francesco Baracca 5).

Ad accogliere gli imprenditori ci saranno formatori ed esperti che andranno al cuore dell’incontro: quali sono le nuove competenze richieste alle aziende del settore casa, alle prese con la rivoluzione della domotica e con un mercato che preme sulle costruzioni? Come restare al passo? Come soddisfare a pieno le necessità dei clienti? E, soprattutto, come conquistare un valore aggiunto sui competitor anche attraverso nuove idee e nuovi talenti?

A queste domande proverà a rispondere il percorso “Dalla teoria alla pratica, la domotica entra in azienda”, messo a punto da Confartigianato Varese Artser con Its Red Academy e Fondazione Enaip. Un percorso che poggia su tre pilastri: l’inserimento in azienda di professionalità giovani e altamente qualificate; l’incremento delle competenze degli imprenditori; l’avvicinamento al mondo dell’alta formazione attraverso un Ifts, ovvero un percorso che consente a giovani fino a 25 anni e non occupati di acquisire le conoscenze teoriche, e pratiche, in chiave di “Building Automation System”.

Il percorso formativo, della durata di un anno e suddiviso in due moduli (600 ore di formazione e 400 ore di stage aziendale) consente di arrivare alla progettazione, installazione e manutenzione dei sistemi automatizzati per la gestione e il controllo degli impianti installati negli edifici residenziali, industriali e terziari e consente alle aziende di attingere all’apprendistato di primo livello per l’inserimento di un giovane in azienda.

Nuova linfa da accompagnare nel processo formativo e da accostare in un percorso di seminari di up-skilling e re-skilling (teorici e pratici) per arrivare al target richiesto dal mercato e favorire uno sviluppo delle aziende.

Il nuovo business, d’altro canto, transita sempre più spesso dalle idee innovative, dalla capacità di sperimentazione e dalla propensione all’innovazione che solo un giovane talento può portare in azienda e che solo un imprenditore è in grado di trasformare nel candidato più idoneo a rispondere alle crescenti necessità produttive e operative.

Ecco perché un Ifts, accostato a un apprendistato di primo livello, possono rivelarsi la combinazione perfetta e un’opportunità formativa mai sperimentata (e a costo zero) anche per l’imprenditore o i suoi collaboratori.

«Confartigianato Artser, attraverso VersioneBeta, è in grado di offrire con il percorso “Dalla teoria alla pratica” un accompagnamento completo nei confronti dell’imprenditore, che dai corsi Fer intercetta l’alta formazione nel settore casa correlata alla domotica».  A dirlo è Umberto Rega, responsabile formazione delle imprese di Confartigianato Artser, che in occasione dell’incontro del 22 gennaio illustrerà il panel di attività svolte dalla scuola di alta formazione con sede a Busto Arsizio e, insieme ai colleghi, presenterà tanto i vantaggi dell’Ifts (che si rivolge in particolare a giovani post diploma fino ai 25 anni di età e a non occupati da inserire in azienda) quanto quelli dell’apprendistato di primo livello.

«Ricordo – prosegue Rega – che accogliere in azienda studenti in apprendistato di primo livello può diventare per l’impresa un’occasione fenomenale per crescere e generare un ricambio generazionale efficace, arrivando poi a contare su occhi e competenze in grado di migliorare la competitività e la produttività».

Una formazione a 360 gradi (molte delle ore di formazione vengono svolte anche in azienda) che si fa moltiplicatore di successi. Ricordiamo, tra l’altro, che l’azienda che avvia un contratto di apprendistato di primo livello usufruisce di benefici contributivi in materia di previdenza e assistenza sociale.

Il dettaglio del percorso sarà illustrato mercoledì 22 gennaio dalle 18.30 nella sede di Confartigianato Artser in via Francesco Baracca 5 a Busto Arsizio.

ISCRIVITI ALL’INCONTRO


TORNA SU