Cerca:
Home Quattro regole per fare business nel mercato scandinavo

Quattro regole per fare business nel mercato scandinavo

shutterstock_1645063060Di solito non ci rendiamo conto che culturalmente la Scandinavia è anche un luogo “esotico”, diverso ed eccitante. Ecco un semplice esempio: molti di noi pensano di sapere cosa sia e dove si trovi la Scandinavia, ma…lo sappiamo veramente?
Nelle lingue nordiche, quando parli di Scandinavia ti riferisci alla Danimarca, alla Norvegia e alla Svezia. Tuttavia, alcune persone usano questo termine erroneamente per riferirsi anche alla Finlandia e all’Islanda.

Invece è importante non mescolare i paesi nordici (Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia + 3 territori: Isole Faroe, Groenlandia e Isole Åland), Scandinavia (Norvegia, Danimarca e Svezia) e Penisola scandinava!

Popoli diversi e lingue differenti

Innanzitutto, norvegese, svedese, danese e finlandese non sono la stessa lingua. Il danese e il norvegese possono, in una certa misura, assomigliarsi, ma non è lo stesso idioma. Quando svedesi, danesi e norvegesi hanno incontri telefonici, parlano inglese per evitare equivoci ed incomprensioni.

Ecco come sono effettivamente diverse le lingue. Il finlandese ha tratti comuni all’ungherese ed è ancora più lontano dalle altre lingue nordiche.
Quindi ricordiamolo: non c’è niente di più fastidioso dei siti web rivolti a tutti i nordici intesi come una sola entità, che parlano la stessa lingua.

Se si vuole vendere on line senza perdere tempo e soldi è bene usare copywriter nella lingua locale e lasciare che uno specialista SEO (Search Engine Optimization) locale faccia la ricerca per parole chiave.

Ad esempio, se voglio vendere in Norvegia, faccio un sito dedicato solo a quel mercato: sarà più efficace per trovare nuovi clienti! Va evitato “l’effetto pentolone” di alcuni motori di ricerca che mettono tutto insieme creando confusione nei clienti, mescolando le varie lingue etc.

Ecco allora quattro regole per avere successo nel mercato scandinavo. Poiché ognuno di noi ha una personalità, diverse aziende hanno anche culture diverse, quindi tutte le peculiarità devono essere tenute in considerazione siano svedesi, scandinave, danesi … o italiane, questo dovrebbe essere tenuto in buon conto, o come dicono i norvegesi – con un pizzico di sale. Ma ci sono valori e principi che sono davvero integrati nella cultura e nelle identità scandinave, e che sarebbe singolare per un’azienda o un individuo non rispettarli.

  1. Uguaglianza e molta libertà… ma con molta responsabilità

Fin dalla prima infanzia, si pensa che i bambini in Scandinavia prendano le proprie decisioni, siano indipendenti e pensino in modo critico. Esistono gerarchie meno definite nelle aule, nelle famiglie o al lavoro. Questo ovviamente non significa che c’è caos o anarchia. Significa solo che è desiderabile comunicare e discutere idee in modo aperto e costruttivo, e di solito non c’è micro-gestione e nessuno ti ricorderà e controllerà ogni minuto se hai fatto qualcosa.

La libertà viene con la responsabilità e si prevede che tu faccia la tua parte. L’uguaglianza è anche una parte molto importante della cultura scandinava e significa uguaglianza per tutti.

Ci sono anche ambiti di miglioramento: ad esempio, può essere più difficile ottenere un lavoro con un nome straniero, ma rispetto al resto del mondo, la Scandinavia è un posto che offre molte opportunità per tutti.

  1. Comunicazione aperta ma educata: la chiave sono le sfumature

Gli scandinavi sono aperti nelle comunicazioni, ma allo stesso tempo sono molto attenti e educati. Le sfumature sono di solito “il punto”, e ci vuole un po’ di tempo per abituarsi per capire correttamente il messaggio che viene comunicato.

Di solito, è normale trovare alcuni punti positivi e poi anche quelli negativi, e qui è davvero importante essere consapevoli di tutte quelle sfumature. Nessuno ti darà un riscontro diretto e negativo e con una certa ironia ti farà capire quello che pensa. Senza pestare i pugni sul tavolo.

  1. Underpromise + overdeliver. Sii sempre onesto e realistico

C’è una cosa chiamata Janteloven, ed è una cosa reale in Scandinavia: la fiducia reciproca (legata all’onestà, nonché alla libertà e alla responsabilità), un importante valore scandinavo.

È importante che i partner commerciali possano fare affidamento l’uno sull’altro ed è importante essere onesti.

Un ultimo suggerimento: è sempre più intelligente mostrare, non dire. Costruire fiducia e relazioni con attenzione e responsabilità.

  1. Pensare alla Sindrome da rigidità ereditaria norvegese (NISSE)

Un’ultima cosa che si dovrebbe sapere sul consumatore nordico, che può sicuramente avere un impatto su come ci si rivolge al pubblico nordico: la sindrome da rigidità ereditaria norvegese.

Gli inverni freddi, lunghi e bui hanno avuto un impatto sul comportamento di questi popoli. È nei loro geni essere un po’rigidi e scettici. È necessario pensare a questo quando scegliamo il tono degli annunci e le parole e la lingua con cui vogliamo comunicare.

Matteo Campari
Responsabile Servizio Estero Confartigianato Imprese
Area Business

Vuoi sapere di più sui mercati dei paesi scandinavi?
Contatta il Servizio Estero

Dott. Matteo Campari
matteo.campari@asarva.org
tel.0332.256.290

TORNA SU