Cerca:
Home La dura legge del post-Covid lancia l’e-commerce di bottegheartigianali.it per le imprese

La dura legge del post-Covid lancia l’e-commerce di bottegheartigianali.it per le imprese

ecommerce-pmiI conti, e non solo quelli economici, si faranno da settembre in poi. E a quel punto si scatenerà una vera e propria battaglia sul cui esito influirà, e non poco, l’effetto-visibilità. «Il Covid ha dato a ciascuno di noi una consapevolezza, ovvero che l’”esserci” ha un valore rilevante» analizza il direttore generale di Confartigianato Varese, Mauro Colombo, che alle aziende ricorda che «rimanere escluse dalla dimensione digitale e non avere gli strumenti necessari per comunicare in questa forma con i propri clienti rischia oggi di rivelarsi un fattore più penalizzante di quanto non lo fosse prima del Coronavirus».

D’altro canto nel periodo di lockdown abbiamo tutti sperimentato la dimensione del contatto e del business virtuali, affiancati a quelli “reali”, e abbiamo compreso che non si potrà tornare completamente alla situazione precedente.

In questa direzione va l’attività social, da rafforzare, ma anche l’e-commerce, dal quale in molti casi le imprese non potranno più prescindere.

E’ nato così Botteghe Artigianali, un portale nuovo e semplice voluto da Confartigianato Artser e pensato per aprire alle piccole e medie imprese le porte di un e-commerce snello e veloce.

«Con questo strumento indichiamo alle Pmi un modo di stare sul web e, al contempo, le affianchiamo in un percorso che comincia con un’analisi dello stato di avanzamento della digitalizzazione aziendale e prosegue con un percorso formativo orientato alla gestione e promozione dell’e-commerce». Qualche numero, per confermare che il tracciato è di non ritorno: tra i 2 milioni di nuovi consumatori online dall’inizio del 2020, circa 1,3 milioni si sono avvicinati agli acquisti in rete durante il periodo di chiusura. «Abbiamo due motivazioni forti alla radice della scelta di bottegheartigianali.it – conclude Colombo – La prima è garantire una opportunità in più alle imprese in un momento di difficoltà economica».

«Secondo aspetto: per dimensioni, propensione, e maturità digitale, c’è ancora un bacino rilevante di Pmi che ha bisogno di un accompagnamento formativo e consulenziale alla vendita digitale». Ed è qui che si potrà fare la differenza e supportare, nel concreto, l’economia reale in un momento di difficoltà.

TORNA SU