Cerca:
Home “Io scelgo te”: per uscire dalla crisi ripartiamo dal territorio. E restiamo uniti

“Io scelgo te”: per uscire dalla crisi ripartiamo dal territorio. E restiamo uniti

1080x1080_io-scelgo-te_varese_2
#Rassegnastampa

IL PRESIDENTE GALLI AI COLLEGHI IMPRENDITORI: «NEI MOMENTI DIFFICILI UNITI SI FA LA DIFFERENZA»
«Il momento è duro, durissimo» scrive il Presidente di Confartigianato Varese, Davide Galli, in una lettera aperta ai suoi colleghi imprenditori. Che aggiunge quanto l’Associazione di Viale Milano sia sempre più diventata per le aziende un punto di riferimento nel momento più critico. L’invito a non abbassare la guardia arriva forte e chiaro, così come l’impegno di Confartigianato Varese di «far sentire la voce delle imprese a chiunque abbia a cuore il destino del tessuto imprenditoriale del nostro territorio. Perché – conclude il numero uno di Viale Milano – apprezzo il confronto: permette di mettere a fuoco problemi e disagi e, talvolta, ne assicura la soluzione. Il momento è duro, ma è nei momenti difficili che, uniti, si fa differenza».

CLICCA QUI PER LEGGERE LA LETTERA

IO SCELGO TE: DAI FORZA ALLA NOSTRA ECONOMIA
Sostenere i produttori locali, le aziende del territorio, l’artigianato della provincia di Varese significa sostenere il benessere collettivo e un sistema economico fortemente provato dal virus. Confartigianato Varese lancia il proprio appello ai cittadini con la campagna di sensibilizzazione “Io scelgo te”: prima, dopo e durante le feste scegliamo le attività che sono sempre rimaste sul territorio e che hanno sempre puntato su di noi. Attività che sono garanzia di cortesia e professionalità, di qualità e convenienza.

IL SALONE DEL MOBILE DI MILANO TORNERÀ A SETTEMBRE 2021
Ne scrive Varesenews: «La sessantesima edizione del Salone del Mobile di Milano si terrà nel 2021, non come tradizione ad aprile, ma dal 5 al 10 settembre». Presumibilmente, un mese nel quale la fase acuta della pandemia dovrebbe essersi spenta per lasciare spazio ad una ripartenza davvero globale. A chiedere una riflessione a tutto campo sul Salone del Mobile sono state proprio le imprese, che sulla Fiera di richiamo mondiale hanno sempre contato e che – hanno fatto sapere gli organizzatori – «stanno già lavorando per progettare e produrre le migliori proposte possibili». Per la prima volta l’edizione numero 60 riunirà tutte le categorie merceologiche.

FISCO, SOSPENSIONI SPEZZATINO
Ne scrive Italia Oggi.

  • Gli acconti di novembre. Per imprese e autonomi slittamento al 10 dicembre. Gli acconti saranno rinviati al 30 aprile se ci si trova ad essere una partita Iva con calo del fatturato del 33% sui sei mesi con ricavi non superiori ai 50 milioni.
  • Le sospensioni di dicembre. Anche per chi ha avviato una attività dopo il 30 novembre 2019. In questo caso se c’è calo del fatturato del 33% (novembre 2020 su novembre 2019) per le imprese con ricavi non superiori a 50 milioni di euro. Sospensione fino al 16 marzo: si paga in una sola rata o in 4 tranche. Per le imprese in zona rossa e gialla la sospensione è a prescindere dai requisiti di calo del fatturato e di ricavi.

COVID E ATTESA 110% FRENANO L’EDILIZIA
Si legge sul Sole 24 Ore che «nel 2020 sulla frenata dell’edilizia non ha pesato solo la crisi da Covid 19 ma anche l’attesa del pieno avvio del Superbonus 110%. A farne le spese sono state le agevolazioni del 50% per le ristrutturazioni e del 65% per le ristrutturazioni energetiche. In 22 anni di bonus per il recupero edilizio, è la seconda volta che si verifica un calo delle domande: -13,8%. L’attività di manutenzione straordinaria collegata alle detrazioni fiscali rappresenta il 54% dell’intero mercato della ristrutturazione edilizia. Il calo, dunque, riguarda l’intero settore e si tratta di una battuta d’arresto clamorosa. Superiore anche rispetto al calo delle nuove costruzioni: -7,4%».

TORNA SU