Cerca:
Home Regno Unito: le merci non sono tutte uguali. L’export si fa in tre

Regno Unito: le merci non sono tutte uguali. L’export si fa in tre

foto_brexit_tre_fasi
Il Regno Unito introdurrà controlli alle frontiere al termine del periodo di transizione.
Per alcune tipologie di merci, le procedure saranno meno rigorose dal 1° gennaio 2021.
Si passerà al pieno regime con richiesta di documentazione maggiormente dettagliata solamente dal 1° luglio 2021: questo approccio, flessibile e pragmatico, darà alle imprese più tempo per organizzare la propria attività. Le procedure doganali si svolgeranno, quindi, con modalità e tempistiche diverse a seconda della tipologia della merce.

Da ricordare però che, dal 1°gennaio ogni movimentazione di merce rappresenterà, a prescindere da un accordo o meno tra le parti, un’operazione di esportazione. Seppur i controlli doganali e le formalità a cui adempiere saranno diluiti e incrementati nel tempo (3 fasi) occorrerà sempre:

  • Essere titolare di un codice EORI
  • Presentare una dichiarazione doganale
  • Essere in possesso delle dichiarazioni di sanità e sicurezza necessarie per la merce che si vuole esportare.

QUALI TIPOLOGIE DI MERCI SARANNO COINVOLTE DAI TRE DIVERSI PASSAGGI?

Per tutte le merci citate nelle 3 fasi:

  • Il mese di luglio 2021 rappresenta l’introduzione in toto delle prescrizioni previste dal nuovo regime doganale e saranno richieste dichiarazioni doganali complete che si aggiungeranno all’aumento dei controlli fisici della merce.
  • Al 1° gennaio saranno necessarie documentazioni standard e requisiti doganali di base.
  • Da aprile saranno richieste, per determinate tipologie di merci, certificazioni aggiuntive tra cui documentazioni sanitarie.

LE TRE FASI

1° gennaio 2021

  • Merci standard – dall’abbigliamento all’elettronica
  • Merci coperte da convenzioni / impegni internazionali specie di flora e fauna selvatiche minacciate di estinzione (CITES); Diamanti grezzi (Kimberley); Importazione temporanea di beni non deperibili (Carnet ATA)
  • Merci soggette a controlli sanitari e fitosanitari prodotti animali (prodotti di origine animale e sottoprodotti di origine animale); Pesce, crostacei e loro prodotti; Alimenti e mangimi ad alto rischio non di origine animale (HRFNAO); Animali vivi e materiale germinale; Equini; Piante e prodotti vegetali.
  • Merci con requisiti doganali aggiuntivi prodotti soggetti ad accisa
  • Altri beni comprese le esportazioni strategiche acqua in bottiglia; Precursori di droghe; Precursori di esplosivi; Armi da fuoco; Sorveglianza del mercato; Medicinali veterinari contenenti farmaci controllati; Rifiuti; Medicinali contenenti farmaci controllati; Isotopi medici; Forniture per studi clinici; Farmaci controllati; Sostanze di origine umana.

1° aprile 2021

Merci soggette a controlli sanitari

  • prodotti di origine animale (POAO), carne, miele, latte o prodotti a base di uova
  • piante e prodotti vegetali
  • pesce e prodotti della pesca
  • alimenti e mangimi ad alto rischio non di origine animale (HRFNAO)

Attenzione!Animali vivi, prodotti germinali e equini: i controlli sulle importazioni di questi prodotti rimarranno invariati da quelli introdotti nella fase 1 (gennaio) fino alla fase 3 (luglio 2021).

1° luglio 2021

  • Merci soggette a controlli sanitari e fitosanitari prodotti animali (prodotti di origine animale e sottoprodotti di origine animale)
  • Pesce, crostacei e loro prodotti;
  • Alimenti e mangimi ad alto rischio non di origine animale (HRFNAO);
  • Animali vivi e materiale germinale;
  • Equini;
  • Piante e prodotti vegetali

 

TORNA SU