Cerca:
Home Il digitale fa volare i risparmi di famiglie e imprese. E in Europa si combatte la battaglia della carta

Il digitale fa volare i risparmi di famiglie e imprese. E in Europa si combatte la battaglia della carta

foto_imballaggi_carta
#Rassegnastampa

PIATTI E BICCHIERINI DI CARTA A RISCHIO: LA UE LI EQUIPARA ALLA PLASTICA
Si legge sul Sole 24 Ore che «la direttiva europea che vuole mettere al bando la plastica ora mette in difficoltà gli imballaggi di cartone, le stoviglie usa e getta di carta, i piatti di cartoncino e i bicchierini. E’ sufficiente, infatti, il velo impermeabile che li rende resistenti ai liquidi per classificare i prodotti di carta come se fossero di platica. L’Alleanza europea per gli imballaggi di carta (Eppa) sta cercando di dimostrare che le stoviglie di carta monouso hanno un impatto sul clima e sull’ambiente inferiore a quelle riutilizzabili, siano esse tradizionali o in plastica».

SU 46MILA DOMANDE PER I RISTORI REGIONALI 20MILA SONO DI BAR E RISTORANTI
Sono 45.912, 20mila sono state presentate da bar e ristoranti, le domande ricevute da Regione Lombardia per le quali sono già stati erogati i bonifici per un valore di 67.830.500 euro. È questo il primo bilancio di “Rilancio Lombardia”, il piano con il quale si sostengono le categorie imprenditoriali (fino a 10 dipendenti e con un fatturato non superiore ai 2 milioni di euro) più penalizzate dalla crisi provocata dalla pandemia. Il piano mette a disposizione oltre 210 milioni di risorse.

IL DIGITALE IN AZIENDA FA RISPARMIARE
«Le imprese lombarde che puntano molto sulla digitalizzazione possono ottenere risparmi tra i 10mila e i 50mila euro di media l’anno». Lo scrive la Prealpina sulla base di una ricerca della Sap Concur, che aggiunge: «Un risparmio tanto più significativo, quello ottenuto dal 58% del campione delle imprese lombarde con più di 50 addetti», se si considera che di fronte al primo lockdown la metà delle aziende ha subito un calo di fatturato di non meno del 30%. Quasi l’80% dei risparmi del campione è stato reinvestito sotto forma di macchinari e software, ricerca e sviluppo, impianti, piani di Welfare. Secondo lo studio, infine, il 92,5% delle imprese è digitalizzato e solo in 4 imprese su 10 (38,8%) si è avvertita la necessità di migliorare il proprio livello di digitalizzazione.

GLI ITALIANI “FORMICHE” SPINGONO I PROFITTI DEL RISPARMIO GESTITO
«Stando a casa – si legge su Repubblica – gli italiani hanno risparmiato di più e hanno preferito le banche e i servizi finanziari digitali. Infatti, dai risultati preliminari sull’andamento del 2020 annunciati da Anima, Azimut, Banca Generali, Fineco e Banca Mediolanum emerge chiaro che il risparmio gestito è uno di quei settori che ha avuto un beneficio indiretto dalla pandemia». Secondo i dati Istat, a marzo «la percentuale di risparmio delle famiglie italiane è salita al massimo del 18,6%, per assestarsi al 14,6% nel terzo trimestre. Quasi il doppio rispetto all’8% del 2019».

TORNA SU