Apprendistato di primo livello: le condizioni per lo sgravio contributivo totale

 

L'agevolazione è prevista per le assunzioni effettuate nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2022

L’INPS ha definito le regole per l’applicazione dello sgravio contributivo totale per le assunzioni, effettuate nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2022, con contratto di apprendistato di primo livello.

Il contratto di apprendistato di primo livello è rivolto a soggetti che hanno compiuto i quindici anni di età, sino al compimento dei venticinque, purché siano all’interno di un percorso scolastico o formativo.

L’agevolazione è prevista per i datori di lavoro che occupano fino a 9 dipendenti, per i primi tre anni di durata del rapporto di lavoro.

I requisiti e le condizioni per la fruizione del beneficio

L’INPS, con la circolare n. 70 del 15 giugno 2022, fornisce le istruzioni applicative dello sgravio totale applicabile ai contratti di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore (apprendistato di primo livello) stipulati nel 2022.

Lo sgravio spetta, secondo quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2022, ai datori di lavoro che occupano alle proprie dipendenze un numero di addetti pari o inferiore a nove per i primi tre anni di contratto. Il requisito dimensionale di massimo 9 dipendenti deve essere valutato al momento dell’assunzione e di conseguenza, il beneficio contributivo permane anche qualora, successivamente all'assunzione, il datore di lavoro superi il limite dimensionale.

Lo sgravio contributivo

Lo sgravio comporta per i primi trentasei mesi di durata, l’azzeramento dell’aliquota contributiva a carico del datore di lavoro e per i restanti periodi la contribuzione è dovuta sulla base dell’aliquota contributiva ordinariamente prevista per l’apprendistato di primo livello, pari al 10%.

L’aliquota contributiva a carico dell’apprendista rimane, invece, pari al 5,84% della retribuzione imponibile per tutta la durata del periodo di formazione e per I primi dodici mesi di prosecuzione del rapporto di lavoro al termine del periodo di apprendistato.

L’esonero in parola poi, non fa venir meno le altre agevolazioni collegate al contratto di apprendistato di I livello. Pertanto, rimane confermata l'esclusione dalla contribuzione NASpI (contribuzione ordinaria e contributo integrativo ex Legge n. 845/1978), nonché dal ticket di licenziamento, anche per i periodi successivi al terzo anno di contratto.

L’apprendistato di primo livello

Il contratto di apprendistato di primo livello nasce come strumento privilegiato di inserimento nel mondo del lavoro dei giovani giunti all’ultima fase del percorso formativo scolastico e unisce il conseguimento del titolo di studio all’esperienza lavorativa in azienda.

Possono essere assunti con questa tipologia contrattuale, in tutti i settori di attività, gli apprendisti di età compresa tra i 15 e i 25 anni.

I titoli di studio da conseguire possono essere i seguenti:

  • qualifica e diploma professionale;
  • diploma di istruzione secondaria superiore;
  • certificato di specializzazione tecnica superiore.

Secondo le recenti indicazioni fornite dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il piano formativo individuale deve contenere, i seguenti elementi:

  • i dati relativi all'apprendista e al datore di lavoro (tutor formativo e tutor aziendale);
  • il livello di inquadramento contrattuale dell'apprendista;
  • la durata del contratto di apprendistato e l'orario di lavoro;
  • le competenze relative alla formazione interna ed esterna.
Requisiti del datore di lavoro

Il datore di lavoro deve:

  • risultare in possesso del documento unico di regolarità contributiva (DURC);
  • rispettare le norme a tutela di salute e sicurezza, nonché gli accordi e contratti collettivi nazionali e quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti;
  • non aver violato le disposizioni previste dall’articolo 31 del decreto legislativo n. 150/2015.

Si segnala altresì che lo sgravio contributivo in argomento soggiace altresì alle disposizioni in materia di aiuti de minimis.

Servizi correlati

Apprendistato Professionalizzante Art. 44 D.Lgs. 81/2015

Il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato che si...
Scopri di più

Sostieni la tua impresa #novitàlavoro

Migliorare la gestione del personale e riorganizzare il lavoro in azienda...
Scopri di più

Ricerca del personale

Riuscire a selezionare i collaboratori che siano in linea con le aspettative...
Scopri di più

Medicina del Lavoro

La medicina del lavoro per un’azienda è uno strumento determinante, che va...
Scopri di più

Consulenza del lavoro

Affianchiamo i datori di lavoro nella scelta del giusto contratto di lavoro, per ridurre i...
Scopri di più

Paghe Online - MYeBox

La soluzione smart per l’amministrazione del personale. I cedolini paghe dei tuoi...
Scopri di più

Assunzioni agevolate: gli incentivi disponibili

Scegliere la persona giusta al momento giusto, in azienda può fare la differenza. Non...
Scopri di più

Formazione finanziata con i Fondi interprofessionali

Con i Fondi interprofessionali le imprese possono finanziare la formazione in azienda e creare...
Scopri di più

Consulenza per la riorganizzazione aziendale

La riduzione dei costi per la tua azienda passa anche dalla gestione e dalla ...
Scopri di più

Welfare Aziendale

Il Welfare aziendale è uno strumento a disposizione delle imprese per erogare bonus e...
Scopri di più

Smart working o lavoro agile

Lo  smart working o “lavoro agile”  è una maggiore ...
Scopri di più

Consulenza giuslavoristica e sindacale

Leggi, regolamenti, contratti cambiano in continuazione. Per gestire questa complessità,...
Scopri di più

Cassa Edile e Gestione Payroll in Edilizia

Con il nostro servizio puoi utilizzare tutti i vantaggi dell’iscrizione alla Cassa...
Scopri di più

Licenziamenti e conciliazione

Assistenza alle aziende nei momenti di crisi aziendale tramite consulenza e gestione...
Scopri di più